Gesualdo alla Notte d’Arte di Napoli

adsense – Responsive Pre Articolo

Gesualdo approda alla Notte d’Arte di Napoli, la notte bianca promossa dalla Seconda Municipalità che si snoderà domani 14 dicembre, dalle 19.30, lungo Spaccanapoli, dai Quartieri Spagnoli a Forcella. All’iniziativa culturale partenopea sarà presente una delegazione gesualdina composta da rappresentanti della Pro loco e dell’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Edgardo Pesiri. Lo speciale punto informativo sulle bellezze e sulla storia di Gesualdo, curato dalla Pro loco Civitatis Iesualdinae, sarà presente in piazza del Gesù, nel cuore della città partenopea, lì dove la misteriosa e affascinante storia del Principe madrigalista Carlo Gesualdo parte per intrecciarsi con i luoghi gesualdiani. L’attività promozionale avviata dalla Pro loco di concerto con il Comune mira a suggellare l’asse storico-culturale tra Napoli e Gesualdo e a portare oltre i confini della provincia di Avellino la conoscenza del ricco patrimonio irpino, carico di tradizioni e usanze, bellezze da scoprire, di musici e letterati di alta levatura.

La direzione artistica della Notte d’arte, ideata nel 2012 da Francesco Chirico, presidente della Seconda Municipalità, con l’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune, guidato dalla neo-assessora Eleonora De Majo, quest’anno è affidata all’attore Gianfranco Gallo, da giovedì 19 al cinema nell’atteso “Pinocchio” di Garrone. “Break Napoli” – così è stata denominata la Notte Bianca 2019 – è stata realizzata con la collaborazione di Marino D’Angelo, presidente dell’associazione “Abili Oltre” e di Giacinto Palladino, presidente di “First Social Life”.

Break Napoli proporrà visite guidate, incontri, performance musicali, cinema, open stage per nuove proposte, tutte dedicate al tema di quest’anno: l’inclusione. Sono previsti concerti in Piazza del Gesù, in Piazza San Domenico Maggiore, ai Banchi Nuovi e a Forcella, con tanti artisti che hanno voluto aderire a titolo gratuito in nome dell’arte aperta a tutti, simbolo di partecipazione e inclusione. Tanti i musei e le chiese aperti. Il Museo Cappella Sansevero parteciperà alla “Notte d’arte 2019” con il costo del biglietto d’ingresso ridotto e una parte dell’incasso che verrà donata ad Amref Health Africa.

L’evento, con il suo forte richiamo di respiro internazionale e nel segno dell’arte e della bellezza, si configura dunque come una vetrina prestigiosa per la cittadina di Gesualdo.

adsense – Responsive – Post Articolo