Global Audit Report: plastica, ecco le aziende che generano il maggior numero di rifiuti.

adsense – Responsive Pre Articolo

LONDON, ENGLAND - JUNE 15: The Wave sculpture by Wren Miller commissioned to launch BRITA's sustainability campaign is on display on June 15, 2016 in London, England. BRITA has partnered with the Marine Conservation Society to highlight the damaging effects of using single use plastic bottles on the environment. (Photo by Toby Smith/Getty Images for BRITA)

Da dove arrivano tutti i rifiuti in plastica recuperati nelle acque dei mari o abbandonati per strada? Alla domanda, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha cercato di rispondere il movimento Break Free From Plastic in occasione del Global Audit Report. Dopo 239 operazioni di pulizia in 42 paesi nel mondo sono stati presentati oggi i risultati dei rilevamenti effettuati. In questo caso non si tratta di capire chi butta i rifiuti senza preoccuparsi del corretto smaltimento, ma quali sono le ditte che li producono. La risposta è in un certo senso prevedibile. La maggior parte dei rifiuti in plastica proviene da aziende produttrici di bevande come Coca-Cola, Pepsi e Nestlé.«Questi studi dimostrano chiaramente che le aziende svolgono un ruolo importante nell’inquinamento globale da plastiche», afferma Da Hernandez, coordinatore di Break Free From Plastic.

 

adsense – Responsive – Post Articolo