GROTTAMINARDA. Le proposte di Cobino alla Regione per la “fase 2 “.

adsense – Responsive Pre Articolo

Il Comune di Grottaminarda ha subito inteso rispondere alla richiesta del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, alle forze politiche, istituzionali, imprenditoriali e sociali di inoltrare proposte e suggerimenti operativi tesi a rendere la ripresa dall’Emergenza epidemiologica, cosiddetta “Fase 2”, il più possibile stabile nel tempo e sicura dal punto di vista sanitario.

Per il Sindaco Angelo Cobino e la sua Amministrazione che in premessa ringraziano il Presidente De Luca per le attività messe in atto durante questa insidiosa pandemia e per il proficuo dialogo istituzionale Regione-Comune consolidato negli anni, sono 7 i punti principali da cui ripartire in maniera concreta ed operativa ai fini della ripresa:

  1. Organizzare con priorità la riapertura dei grandi cantieri a partire dal 4 maggio, quali stazione Air Grottaminarda, Alta Velocità Napoli-Bari e Stazione Hirpinia, strada a scorrimento veloce Lioni – Grottaminarda, lavori per il grande risanamento ambientale e relativi apparati depurativi in vari Comuni e tutti gli altri cantieri pubblici e privati ;
  2. Sulla base delle proposte di ANCI Campania e nella piena consapevolezza della gravità economica a seguito dell’inaspettata emergenza di questa pandemia, si ravvisa l’urgenza di immettere energie e risorse finanziarie nei bilanci comunali per le attività ordinarie e straordinarie;
  3. Per quanto riguarda l’organizzazione dei Servizi Sanitari, nel far riferimento ad un documento già sottoposto all’attenzione del Presidente, si suggerisce di riprendere e garantire, sull’intero territorio Irpino, tutte le attività sanitarie attualmente sospese o carenti a seguito dell’emergenza sanitaria;
  4. Sospensione per il 2020 dei tributi per cittadini e attività economiche, produttive, artigianali, professionali e commerciali, tenuto conto del relativo blocco e di tutte le difficoltà per la ripartenza delle stesse. In particolare si chiede l’abolizione, per l’anno in corso, delle varie tassazioni, tra cui la TARI. (Per questa si chiede una immediata riflessione affinchè possa essere azzerata l’attuale impostazione e stabilire nuovi criteri attraverso l’ATO Rifiuti, Provincia e Irpiniambiente, per ripartire in termini di riduzione dei costi, di produzione di rifiuti e stabilire nuovi criteri di tassazione);
  5. Finanziamento con i fondi europei di almeno un’opera pubblica rilevante e strategica per i Comuni in possesso di progettazione definitiva e già presentati alla Regione;
  6. Riqualificazione del patrimonio edilizio con particolare riferimento alla messa in sicurezza sismica del patrimonio scolastico;
  7. Per le Istituzioni Scolastiche si suggerisce la possibile riapertura delle attività in sede per gruppi-classe ridotti di 1/3 e a giorni alterni e assicurare una didattica realmente personalizzata incontrando almeno una volta a settimana nell’aula 6- 7 alunni in questa fase in cui è necessario garantire distanza e sicurezza tra le persone.

Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale di Grottaminarda inoltreranno queste elenco di suggerimenti ai fini della ripresa anche al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ed ai diversi Ministri dei dicasteri di competenza.

adsense – Responsive – Post Articolo