I sindaci leghisti tolgono la foto di Mattarella dagli uffici: «Non è il nostro Presidente»

adsense – Responsive Pre Articolo

Hanno realizzato così la loro piccola vendetta. In silenzio ma con un gesto simbolico significativo. Sei sindaci leghisti della provincia di Monza e Brianza, hanno apposto nei loro uffici una statua di Alberto da Giussano al posto di quella del presidente Mattarella. «Il nostro è un segno di rispetto verso la volontà degli elettori, della democrazia e del risultato delle elezioni politiche dello scorso 4 marzo», ha scritto il coordinatore provinciale della Lega, Andrea Villa sul suo profilo facebook, aggiungendo: «i nostri Sindaci della Lega rispondono da sempre al popolo che li ha eletti. Mattarella a chi risponde?».

Finora a procedere con la rimozione dalla parete dell’ufficio istituzionale del quadro con la fotografia del Presidente, sono stati i sindaci di Lazzate, Ceriano Laghetto, Biassono, Varedo, Renate e Albiate (Monza). La Prefettura di Monza e Brianza ha dichiarato intanto di non aver ricevuto al momento alcuna comunicazione in merito e conseguentemente di non aver preso alcun provvedimento a riguardo.

adsense – Responsive – Post Articolo