Il coordinamento provinciale e locale di Avellino delle Guardie Ambentali d’Italia operative nel COC comunale e nella postazione fissa a Campo Genova

adsense – Responsive Pre Articolo

– Anche il Coordinamento provinciale e locale di Avellino delle Guardie Ambientali d’Italia presieduto da Antonio Pepe è stato convocato per prestare servizio all’interno del COC Centro Operativo comunale di Avellino in relazione all’emergenza Coronavirus. Il Coc presieduto dal primo cittadino Gianluca Festa ha coinvolto varie istituzioni e associazioni presenti sul territorio per le loro specifiche competenze. Le Guardie Ambientali d’Italia hanno anche una postazione fissa a Capo Genova dove il Comune di Avellino sta facendo effettuare i test rapidi ai cittadini più a rischio per il Covid 19. “ Siamo contenti di poter dare il nostro contributo al comune di Avellino in questa emergenza – spiega il presidente provinciale delle GADIT Antonio Pepe –La nostra Associazione è iscritta al registro regionale del Volontariato, oltre che a livello nazionale riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente e per la Tutela del Territorio e del Mare, della Salute e dalla Protezione Civile Nazionale e oltre ai previsti compiti d’istituto relativo alla salvaguardia del patrimonio naturale, nel settore ittico, venatorio e zoofilo collabora anche con le Istituzioni e le forze dell’ordine.” A rimarcare l’impegno delle Guardie Ambientali d’Italia nella città di Avellino è anche il dott. Salvatore Pignataro Delegato Tecnico provinciale delle GADIT. “ Siamo stati mobilitati fin dai livelli operativi regionali ed implementati nel Centro Operativo Comunale di Protezione Civile del Comune di Avellino. Insieme al Sindaco e ai vari dirigenti il COC sia in situazioni ordinarie che in emergenza, si occupa della gestione e il coordinamento dei sistemi di soccorso, monitoraggio, raccolta dati e organizzazione dei servizi. Il Comune ha previsto una postazione fissa Campo Genova dove attualmente vengono effettuati i test veloci ai cittadini per verificare l’eventuale positività al Covid 19. Siamo operativi e pronti a dare il nostro contributo. In questo particolare periodo, – conclude Pignataro – non stiamo sottovalutando anche la vigilanza sui reati ambientali e ai danni degli animali domestici. Insomma siamo pronti a fare la nostra parte con uomini e mezzi”.

 

adsense – Responsive – Post Articolo