Il Gruppo Consiliare “Ricominciamo da Nusco”: “A Nusco passa con soli sette voti l’approvazione del bilancio preventivo.”

adsense – Responsive Pre Articolo

L’opposizione presenta ben quindici emendamenti al bilancio preventivo tra cui anche quello riguardante le indennità degli assessori e del sindaco De Mita.

A Nusco l’opposizione incalza il Sindaco De Mita e la sua maggioranza pare sempre più indebolita.

I consiglieri di minoranza Francesco Biancaniello, Amato Natale, Lucio Molinario, Antonio Della Fortuna evidenziano ancora una volta la grave situazione che si sta vivendo a Nusco raccogliendo le preoccupazioni, i dubbi, le perplessità dei cittadini, delle famiglie soprattutto in questa fase emergenziale ancora transitoria e difficile.

Il consiglio comunale si apre con la richiesta del capogruppo di opposizione – Avv. Francesco Biancaniello – di acquisire tutte le trascrizioni delle registrazioni degli interventi fatti durante il precedente consiglio comunale del 16/07/2020 conclusosi da parte del gruppo di opposizione con l’abbandono dell’aula consiliare a sostegno dei lavoratori della FIB Sud srl ed in segno di protesta contro il Presidente del C.C. e del Sindaco De Mita.

Segue la discussione sul DUPS presentato con relazioni di assessori senza delega e fortemente contestato dalla minoranza in quanto detto documento, che è il principale strumento per la guida strategica e operativa dell’Ente e che rappresenta il presupposto necessario di tutti gli altri strumenti di programmazione, non può certo da solo bastare a chiarire gli obiettivi strategici che l’amministrazione intende perseguire.

Evidenzia a proposito il capogruppo – F. Biancaniello – che finora la giunta a guida De Mita non ha ancora adempiuto, gravemente, all’obbligo di riferire in consiglio comunale riguardo al proprio programma di mandato e cioè dire con chiarezza ai cittadini che cosa  intende fare per i prossimi anni in tema di occupazione, scuola, ambiente, territorio, giovani, insomma come intende amministrare e quali strategie mettere in campo per migliorare la vita dei cittadini e delle famiglie nuscane. Con il solo DUPS presentato dalla maggioranza tutti gli interrogativi restano aperti, i problemi già presenti risultano insoluti anzi aggravati e non si riesce a vedere a breve nessuna concreta misura atta a migliorare le condizioni di vita dei nuscani. Riguardo alla programmazione strategica dell’Ente – aggiunge – è anche il tempo di cercare ed approntare strumenti straordinari utili a stimolare gli investimenti per aiutare concretamente l’economia locale. Non è pensabile, né accettabile, che quest’amministrazione continui nella gestione ordinaria della cosa pubblica con il solito schema farraginoso e ragionieristico. Oggi servono strumenti straordinari e non ordinari e di questo nel DUPS non vi è traccia! Il DUPS, quindi, non convince, pare un documento fatto con il copia ed incolla, un documento senza un’anima, senza sostanza, senza prospettiva e progettualità! Non vengono affrontate tante questioni ed alcune vengono solo accennate senza dare soluzioni concrete riguardanti appunto: – la grave crisi occupazionale che ormai da decenni sta investendo il nostro territorio e la nostra area industriale con la chiusura di molte imprese; – la programmazione turistica e territoriale e l’artigianato locale che nel ns. Comune è ormai scomparso da decenni a causa di politiche sbagliate che non lo hanno mai valorizzato; – la mancanza di personale che da ormai 2 anni e quindi prima dell’emergenza da covid19, a causa dell’immotivato blocco dei concorsi, ha messo in ginocchio il funzionamento della macchina amministrativa comunale, ad oggi ancora priva di un segretario comunale fisso; -il mancato potenziamento dei mezzi di comunicazione informatica e della rete internet; la mancanza di una politica di coesione sociale; la valorizzazione delle zone rurali e periferiche (alcune delle quali ancora sprovviste di infrastrutture stradali, di gas e luce); Le politiche per la scuola per gli anziani per la sicurezza; le politiche per il territorio e turismo; – La valorizzazione del ns. patrimonio montano (essendo rimasta lettera morta la creazione dell’azienda forestale); – La rivalutazione e ripensamento anche a seguito della situazione emergenziale a livello sanitario  ed economico da covid19 delle politiche intercomunali (PROGETTO PILOTA) e per le aree interne. Per tutte queste motivazioni e criticità – conclude  l’Avv. Francesco Biancaniello – il DUPS presentato dalla maggioranza non convince perché manca di progettualità, di una visione strategica complessiva, manca di prospettiva.

Segue il dibattito sul bilancio preventivo nonché sui quindici emendamenti presentati dall’opposizione e illustrati dal cons. Molinario tra cui anche quello riguardante le indennità degli assessori senza deleghe e del Sindaco De Mita che sarà percepito regolarmente.

Segue la votazione sul bilancio preventivo che passa con soli sette voti compreso quello del Sindaco De Mita.

Una maggioranza sempre più minoranza nei fatti e nella coscienza di molti, moltissimi cittadini Nuscani.

Francesco Biancaniello

adsense – Responsive – Post Articolo