Il Premio Cimitile celebra i 25 anni di storia. Una mostra su Raffaello e le foto di un quarto di secolo apriranno la kermesse. Premio Speciale ad Alessandro Siani

adsense – Responsive Pre Articolo

Il Premio Cimitile celebra i 25 anni di storia. Una mostra su Raffaello e le foto di un quarto di secolo apriranno la kermesse. Premio Speciale ad Alessandro SianiLa Fondazione Premio Cimitile con i soci fondatori Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo III Millennio, ha presentato stamattina, presso la sala Nassirya del Consiglio della Regione Campania a Napoli, la XXV edizione della rassegna letteraria nazionale Premio Cimitile, in programma dal 12 al 19 settembre prossimi, edizione insignita con una medaglia di grande formato dedicata del Presidente della Repubblica.

“Viviamo un momento difficile dove però la cultura, il libro, la letteratura e la scienza devono prevalere sul Covid – ha dichiarato il presidente della Fondazione Premio Cimitile, Felice Napolitano -. Celebriamo il venticinquennale, il 2020 rappresenta infatti l’obiettivo importante di un’ormai lunga e prestigiosa storia. Per celebrare tale evento la Fondazione ha realizzato una mostra d’arte su Raffaello, una mostra fotografica sul Premio Cimitile, ha finanziato il consolidamento delle pitture della cappella di S. Maria della Sanità nella basilica di S. Felice e ha pubblicato un libro con Guida Editore che racchiude la storia venticinquennale della rassegna letteraria nazionale”.

Il Premio Cimitile e Guida editori negli anni hanno premiato prestigiose firme del giornalismo e della letteratura italiana, anche e soprattutto gli inediti, scoprendo nuovi scrittori e proponendoli all’attenzione del panorama nazionale.

Il Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile, uno degli esempi più affascinanti di arte paleocristiana in Italia, è lo scenario naturale di tutta la kermesse letteraria.

Ad inaugurare la rassegna sarà Sabato 12 Settembre alle ore 18,00 la mostra d’arte “Raffaello nel segno della bellezza nel cinquecentesimo della sua morte” a cura di Giuseppe Bacci e la mostra fotografica sui venticinque anni del Premio che aprirà la kermesse letteraria con il convegno: “Venticinque anni di promozione culturale e valorizzazione del territorio all’ombra delle basiliche paleocristiane”, durante il quale sarà presentato il libro “25 Premio Cimitile 1996-2020. Storia, personaggi, immagini, prospettive” – Guida Editori. Domenica 13 alle ore 18,00 ci sarà la presentazione del libro “L’eternità” di Laura Giorgi – Guida Editori, opera vincitrice della sezione inedita di narrativa.

 La settimana di arte, cultura, religione, storia, riscoperta del patrimonio pubblico sarà densa di eventi, letteratura, convegno internazionale di studi, spettacoli, musica, momenti di riflessione. Culminerà con la serata finale di premiazione e la consegna dei campanili d’argento ai vincitori della XXV edizione del Premio.

Il Comitato scientifico presieduto da Ermanno Corsi, ha selezionato così i vincitori della XXV edizione:

                                     

                                      Sezione I: Opera inedita del genere narrativo.

                 Laura Giorgi: “L’eternità”

 

Il lavoro è stato pubblicato sul territorio nazionale a cura di Guida Editori di Napoli.

 

                                       Sezione II: Opera edita di narrativa.

                    Guido Maria Brera: “La fine del tempo”. La nave di

                                                         Teseo

                                                            

                                        Sezione III: Opera edita di attualità.

                      Nicola Gratteri e Antonio Nicaso: “La rete degli

                       invisibili” – Mondadori

 

                                        Sezione IV: Opera edita di saggistica.

                      Walter Veltroni: “Odiare l’odio” – Rizzoli

 

 Sezione V: Opera edita archeologia e cultura artistica 

                     in età Paleocristiana e Altomedievale.

                       Francesca Stroppa: “Desiderio. La basilica di San

                      Salvatore di Brescia: dal monastero al museo” Centro

Studi Longobardi

 

                                        Premio Giornalismo “A. Ravel” Antonello Perillo

Caporedattore Centrale Responsabile TGR RAI della Campania

 

Premio Speciale Alessandro Siani

Attore, Sceneggiatore, Regista

                  

Ai premiati sarà consegnato il “Campanile d’argento” opera

raffigurante il primo campanile della cristianità, quello delle

Basiliche Paleocristiane di Cimitile.

L’iniziativa, vanta autorevoli patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Curia Vescovile della Diocesi di Nola.

Il Premio Cimitile celebra i 25 anni di storia. Una mostra su Raffaello e le foto di un quarto di secolo apriranno la kermesse. Premio Speciale ad Alessandro Siani

 

adsense – Responsive – Post Articolo