Il Premio Internazionale “Ambasciatore del Sorriso” 2019 sarà dedicato al giornalista napoletano “Luigi Necco”

adsense – Responsive Pre Articolo

Il  prestigioso premio Internazionale “Ambasciatore del Sorriso”, nato grazie   all’artista poliedrico Angelo Iannelli, noto  con l’appellativo di “Ambasciatore del Sorriso”  per il suo impegno  nel sociale . Il prestigioso premio  internazionale viene dedicato ogni edizione alle personalità  che hanno portato lustro alla città di Napoli. L’evento si svolge  con grande successo di pubblico e   di consensi nel cortile del Maschio Angioino di Napoli ,  alla presenza di personaggi dell’Arte, della Cultura , del Sociale  , della Chiesa, e delle Istituzione . Durante la cerimonia saranno premiati  oltre ai vari artisti proveniente da ogni parte del mondo  che hanno partecipato alle varie sezioni in gara vale a dire: Poesia, pittura, scultura e fotografria, anche i personaggi   che hanno dato lustro e donato un sorriso  con la propria  arte ai meno fortunati . Visto la valenza della manifestazione e la motivazione  è sostenuto moralmente da una carovana di patrocini morali. Tantissimi  i personaggi illustri premiati  nelle precedenti edizioni  .  Il Premio è organizzato dall’Associazione Vesuvius  in collaborazione con il Comune di Napoli Assessorato Cultura e Turismo , inserito  nel cartellone di Estate a Napoli  il giorno 22 Settembre nel Cortile del Maschio Angioino a partire dalle ore 18.30 e  sarà dedicato al giornalista “Luigi Necco  “ giornalista, telecronista sportivo e scrittore italiano,  volto storico di novantesimo minuto . Mentre ancora studente in Istituzioni dell’Europa Orientale, oggi Università degli studi di Napoli” L’Orientale” scrive sul Corriere di Napoli  successivamente entra alla Rai partenopea  , dove legge il giornale radio, poi passa alla televisione. Sono rimasti  famosi i suoi collegamenti dallo Stadio San Paolo a fine partita, spesso attorniato da numerosi tifosi partenopei . Raccontò i due scudetti di Maradona, Nel corso delle sue telecronache  ha coniato espressioni come “ Milano chiama, Napoli risponde. Nel 1992  ha condotto la trasmissione culturale Parlato Semplice , nel 1997 ha condotto per qualche mese il programma “ Mi Manda Rai Tre” nel 2005 passa a Canale 5 dove cura le dirette dai campi di calcio per Buona Domenica. Mentre era in pensione dalla Rai lavorò ancora  , conduceva  su  un’emittente locale Teleoggi   , il programma televisivo  L’emigrante . Luigi Necco  dopo 90 minuto si dedicò all’archeologia sua passione giovanile dal 1993 al 1997  ideò e condusse  una rubrica dal titolo L’occhio del Faraone per la quale ha realizzato  e messo in onda 360 documentari. Ha pubblicato diversi libri come: Giallo di Troia , Operazione Teseo , Alla ricerca del Tesoro di Schelieman.  Muore all’Ospedale Cardarelli a  Napoli il 13 Marzo del 2018 per una grave insufficienza respiratoria.  Il Premio Ambasciatore Del Sorriso vuole ricordare un grande napoletano che con passione e amore raccontava Napoli i suoi misteri i suoi misfatti con tutto il suo amore.

adsense – Responsive – Post Articolo