Il sindaco di Marigliano Peppe Jossa sulla vicenda Agrimonda

adsense – Responsive Pre Articolo

“Si proceda a passo spedito per risolvere definitivamente la questione Agrimonda, l’ex deposito di fitofarmaci di Mariglianella che si trova al confine con Marigliano. Oggi ci è stato comunicato che nel giro di pochissimo tempo si avvierà la caratterizzazione del terreno, senza la quale non si può procedere alla bonifica, e che per monitorare la qualità dell’aria saranno installate delle centraline mobili così come da noi  sollecitato. Siamo certi che l’impegno assunto in commissione regionale Ambiente, oggi presieduta dal vice presidente Massimiliano Manfredi,  sarà mantenuto,ma vigileremo affinché non passi ancora tempo.  Bisogna dare risposte concrete ai cittadini senza le quali si rischia di vanificare tutti gli sforzi che in 25 anni sono stati compiuti dal Governo e dalla Regione per garantire salute e sicurezza alle nostre comunità”: è quanto afferma il sindaco di Marigliano Peppe Jossa commentando l’esito dell’audizione della VII commissione  regionale,  alla quale per conto dell’amministrazione comunale hanno partecipato i consiglieri comunali Peppe D’Agostino e Pasquale Allocca.

“Da parte nostra – aggiunge Jossa – abbiamo  offerto la più ampia collaborazione alla Regione ed all’ArpaC per facilitare le  procedure  necessarie alle operazioni di bonifica dell’area.  In più, rispondendo alle legittime richieste dei cittadini,  abbiamo sollecitato l’installazione di centraline per il monitoraggio della qualità dell’aria nei pressi del sito”.

“Faremo tutto il possibile per agevolare il percorso che dopo un quarto di secolo ci farà uscire da un incubo durato troppo tempo”, conclude Jossa.

adsense – Responsive – Post Articolo