In Campania la solidarietà per battere la crisi economica da Covid-19.

adsense – Responsive Pre Articolo

“…Papa Francesco ci prega di non farci prendere da un virus peggiore del covid19 peggiore di ogni pandemia Il virus dell’ egoismo e dell’ indifferenza. Ci invita ad avere una visione di insieme e di comunità, una visione che possa portarci tutti fuori dal guado. Tutto cambierà dopo questo lungo periodo di quarantena ma non perdiamo la voglia di restare umani. Quella è l’unica possibilità per rinascere senza lasciare indietro nessuno…”

MONITO DI ROSA PRATICO’ E ROSARIO LOPA PER CONTINUARE LE INIZIATIVE SOCIALI DOPO L’ENTUSIASMO E LA GENEROSITÀ’ DELLE FESTIVITÀ’ PASQUALI

Sedersi a tavola con la nostra famiglia e pensare che la Santa Pasqua è passata e abbiamo donato in un’enorme slancio di solidarietà ed entusiasmo. Ma questo slancio con una nuovo e rigenerato entusiasmo non dovrebbe spegnersi,perché se prima c’era chi aveva bisogno, oggi per effetto del covid19 le persone in difficoltà si sono moltiplicate. In nome delle difficoltà economiche e assistenziali dei tanti cittadini campani,  attraverso la mia associazione, officina delle idee, continuo a chiedere a tutti gli amici e anche a chi non conosco di continuare a donare.  Un ringraziamento va alla città Metropolitana di Napoli con il Sindaco De Magistris e agli Assessori Luigi Felaco, Monica Bonanno e Rosaria Galiero, che ci hanno dato la possibilità di far confluire le donazioni sulla piattaforma istituita alla Mostra d’Oltremare, dove grazie alla Protezione Civile e Napoli Servizi, si sono adoperati nel preparare e dividere i generi alimentari e non, nelle scatole e borse che prontamente sono stati consegnati alle famiglie in difficoltà. Donare, questo verbo dolce che ci rende migliori e vicini, da più di un mese stiamo cercando di sostenere le famiglie e i meno abbienti, in tutti i modi possibili. Quello che ci sta accadendo è come un incubo infinito e come la trama di un film horror, i morti non si contano in tutta la penisola, in Lombardia ci sono stati più morti dell’ ultima guerra. Ma non dobbiamo avere paura, anzi Vi chiediamo ancora di donare, come atto di coraggio.   Abbiamo bisogno di voi tutti. Tante le cose donate fino a ora dalla pasta alle pelati dalla farina allo zucchero, senza far mancare i legumi, pesce, tovaglioli e Scottex, per i bambini giochi e uova di Pasqua. Per i più piccoli come ossigeno per la mente e per sostenere un peso che non è facile da portare. Cosi Rosa PRATICO’Presidente Associazione Officina delle Idee, Referente delle Imprese Donna di Confesercenti. Noi come sempre ci mettiamo a disposizione della nostra comunità e faremo di tutto, perché ciò possa avvenire il più semplicemente e velocemente possibile. Si tratta di iniziative importanti che segue la scia intrapresa durante le festività Pasquali. In quella sede si è vista tanta solidarietà legata ad un rinnovato entusiasmo e partecipazione, con l’idea di mettere insieme, attività diverse che potessero fare sinergia.  Qui la sussidiarietà si incontra con la solidarietà. Non si tratta solo di un atto di bontà ma anche di intelligenza perché se non ci diamo da fare in questi termini non usciremo mai dalla crisi sanitaria ed economica. Cosi il Portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo, Rosario LOPA.  Come sempre l’Esercito e l’Aeronautica, rispettivamente, con il Colonnello Lucio De Biasio e il Ten. Colonnello Antonio Grilletto delle forze operative sud, e il Ten. Colonnello Luigi Renzi dell’Accademia Militare, a titolo personale non hanno fatto mancare il proprio sostegno con donazioni e supporto logistico.

adsense – Responsive – Post Articolo