Intervista esclusiva alla nota designer Olga IF della “Imaginative fashion”: la nuova frontiera della moda

adsense – Responsive Pre Articolo

a cura di Giuseppe De Carlo

Intervista esclusiva alla nota designer Olga IF della  “Imaginative fashion”: la nuova frontiera della modaAbbiamo intervistato dalla Spagna la nota designer Olga IF, una donna straordinaria ed esperta di moda nella linea di abbigliamento dei due marchi, “Imaginative fashion” e “kidraws”, che ci ha permesso di addentrarci nel suo lavoro, condividendo con noi alcuni suoi segreti. Una cosa grandiosa per Olga IF e la sua azienda Fantasiosa fashion moda y complementos S.L che hanno scritto il loro nome nella storia della famosa GUINNESS WORLD RECORD® ottenendo questo riconoscimento nella categoria Fashion dopo una sfilata, Worldvision Fashion Show, senza precedenti a cui ha partecipato il maggior numero di modelle mai avuto su una passerella dei cinque continenti.

In Italia degnamente rappresentata dall’influencer Jessica Gravante e dall’attrice Miriam D’Amico, due giovani talentuose che con gli shooting di questi abiti di abbigliamento stanno portando all’ascesa questo brand in Italia. In questo periodo di emergenza tutti i settori sono stati molto colpiti, soprattutto il settore della moda e in generale, tutto il settore tessile. Per tale motivo abbiamo pensato di intervistare questa importante casa di moda.

Scopriamoli tutti!

Ciao, Olga IF, sono un UFO. Ti va di raccontarci chi sei e cosa fai nella vita?

Sono una donna, che ho sviluppato la mia vita e la mia carriera facendomi  strada da sola, e interrompendo tutti gli stereotipi  e gli standard di moda andando a realizzare i sogni dei bambini, degli uomini e delle donne. Ora sono una delle creatrici di Alta Moda e ideatrice delle maggiori sfilate di MODA INCLUSIVA rivolte alla massima proiezione internazionale, capace di dimostrare al mondo che lo scenario attuale ci costringe a proiettarci con una mentalità globale. Inoltre rappresento due brand, “Imaginative Fashion” e “Kidraws”, che sono diventati molto noti grazie alla realizzazione di 14 creazioni “simbolo”di Olga IF in uno degli show televisivi americani più seguiti, American Beauty Star. Il mio look delle creazioni è stato ammirato da milioni di telespettatori che hanno seguito con la massima attenzione tutti i capitoli dove sono comparsi gli abiti dell’Imaginative Fashion. Sono stata anche recentemente premiata al World Folk Vision International Competition, organizzato in grande stile dall’Eurasian Council  of Culture Science and Education, tenutosi a Sochi (Federazione Russa) nel settembre del 2019. Sono da sempre una donna molto determinata e geniale che sperimenta sempre nuovi campi creativi come quello del Concorso di Vetrine Moda a Madrid. Inoltre vincitrice del premio Prestige Awards nel 2020 per il Fashion Store dell’anno, grazie al mio profilo di Wikipedia che è presente nel mercato con i due brand, “Imaginative Fashion” e “Kidraws”, diventati famosi per la loro partecipazione allo show televisivo citato sopra. Ho anche una lista di pubblicazioni in cui sono stata intervistata, sia riviste spagnole sia internazionali, come Vogue, rivista Hoy, Suena FM, TASS, ABC, Europa Press, Agencia ELE, Europa Press, La Vanguardia, Plus Magazine, Excellent Magazine, District TV, Tele 5,  Direct Madrid, Antena 3, Life Style Plus Magazine, TV e Radio MAS que POP, Radio/TV Russia e tanti altri media televisivi di altri paesi.. Posso dire di essermi guadagnata una certa fama nel mondo per il mio “touch of the class” nella direzione di una prospettiva globale di creazione della moda inclusiva e fantasiosa.

 Conoscendo la tua storia di vita sul tuo profilo di Wikipedia. Come nascono i tuoi brand?

Sono una donna cresciuta solo con mia madre, avendo perso mio padre quando era ancora giovane. Provengo da una famiglia povera che si recava nei vari atelier per ideare i miei vestiti di cucito. Nella vita ho studiato Ingegneria meccanica, ma la passione per la moda non è mai andata via ed è per questo ho deciso di avviare la mia attività in Spagna dove ho aperto un’importante azienda di moda”Atelier di Haute Couture” in Spagna che ha conseguito un grande successo in diverse sfilate di moda internazionali, da cui sviluppo i miei due marchi “Imaginative Fashion” e “Kidraws”.

 Il settore moda non fa eccezione rispetto alla crisi generata dal Covid-19. Come hai vissuto e come stai, ancora, vivendo questo periodo del Coronavirus? Quali sono le difficoltà maggiori che stai trovando?

Il Covid-19 ci ha colti tutti alla sprovvista ed è una pandemia per la quale nessuno era preparato. Molti dicono che durante una tempesta sorgono nuove idee che ci spingono a usare la nostra immaginazione per andare avanti. Mi sono anche vista riflessa in quel motto. Nella mia vita quotidiana ho sempre avuto molto contatto diretto con le persone (clienti, modelli, designer, ecc.) ma capisco che in questi ultimi mesi è stato impossibile. Ho avuto più tempo per riflettere e dedicarmi a nuovi progetti, sviluppare nuovi design, cercare nuovi contatti online e fare teleconferenze con giornalisti in diverse parti del mondo. Avendo dovuto chiudere il mio atelier, ora posso vendere i miei vestiti solo attraverso le mie due pagine web. (www.imaginativefashion.com e www.kidraws.com).

Ho avuto la fortuna di poter celebrare un evento chiamato Worldvision Fashion Show l’8 febbraio 2020, durante il quale sono stati battuti due GUINNESS WORLD RECORDS ®, uno nel maggior numero di modelli in uno spettacolo e il secondo nel maggior numero di nazionalità in una parata ossia “La maggior parte delle nazionalità in una sfilata di moda”. Avevo intenzione di organizzare un evento di moda per fine marzo o aprile, ma a causa della pandemia è stato necessario rimandarlo a un’altra data.

 

Come stai pensando a una ripartenza anche attraverso l’inserimento della tua linea di abbigliamento sul mercato online?

I miei progetti erano già disponibili online prima del Covid-19 e ho potuto seguire la mia attività online come faccio sempre. Non appena le misure sanitarie saranno allentate, speriamo di fare un altro shooting  fotografico dei miei abiti da abbigliamento e quindi mettere in vendita i nuovi modelli sviluppati durante la pandemia.

 

 

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Attualmente, sto sviluppando due importanti macroprogetti internazionali: Maestro Kid e Modavision. Il Maestro Kid è un concorso internazionale di moda per bambino “Un ragazzo vuole essere un designer di moda” allo scopo di coinvolgere i bambini di diversi paesi internazionali, in un’età compresa tra i 6 e i 17 anni, nell’esecuzione di disegni. I disegni verranno trasformati in abiti che i bambini indosseranno in una passerella che si svolgerà nel corso del 2021. Invece il Modavision sarà un concorso televisivo internazionale, sullo schema dell’Eurovision musica, ma stavolta nell’ambito della moda, con cadenza annuale,  a cui parteciperanno designer di diversi paesi. Si inizierà con lo svolgersi del concorso Modavision in ogni paese partecipante in cui verrà scelto il designer, che poi rappresenterà quel paese all’evento finale che si terrà a Madrid con la presentazione delle loro collezioni di moda in una sfilata. Tale concorso sarà il promotore internazionale della moda.

 

Una domanda più personale. Quali riflessioni le ha portato questa grave Pandemia?

Mi sono reso conto che in questa vita nulla è assicurato, nessuno può prevedere il futuro e che uniti siamo e saremmo sempre più forti. Dobbiamo sostenerci a vicenda, perché solo così saremo vittoriosi.

 

Siamo alla fine dell’intervista, a te l’ultima parola…

Sono grato di aver avuto l’opportunità di fare questa intervista e condividere le mie idee e progetti con i lettori italiani.  Sono lieta di continuare a collaborare con professionisti come te e Jessica…

Colgo anche l’occasione per ringraziare, infine, il tuo sito www.decarlogiuseppepressshowbiz.it, e le altre testate giornalistiche online per il tempo che mi avete dedicato e a tutti coloro che mi continuano a sostenere.

 

Siamo alla fine dell’intervista e non resta che augurarti un bocca in lupo per i prossimi progetti futuri. Potete seguire gli aggiornamenti sul social Facebook  @olgaiffofficial, @worldvionfashionshow, @kidraws, @modavisionofficial, @ImaginativeFashionofficial, @maestrokidofficial                                                                  e Instagram @olgaiffofficial, @worldvionfashionshow, @imaginativefashion, @imaginativefashion, @modavisionofficial, @maestrokidofficial, @kidrawsofficial.

Le foto presenti in questa intervista sono tratte dai fotografi Juan Fernando Gonzales, Ruben Gomez (Fotografia), Juankar, Francisco Tabasco e Mario Pazmino su concessione della designer Olga IF.

Gli accessori per le sfilate di moda sono realizzati dalla ditta “T part design”.

 

 

adsense – Responsive – Post Articolo