IRPINIA. Ex alunni protestano per la non vaccinazione della maestra Diana

adsense – Responsive Pre Articolo

Gli alunni della Maestra Diana.

Siamo costretti a dare voce ad una storia incredibile che non avremmo voluto raccontare. L’impegno immenso di tante operatrici e operatori sanitari che in tutti questi mesi di pandemia hanno donato il massimo della professionalità alla lotta al Covid19, non si può macchiare con un gesto inusuale ed inspiegabile. 

Alla nostra insegnante delle elementari ultra ottantenne non è stato somministrato il vaccino. Abbiamo cercato di capirne le motivazioni e dal racconto ci è stato spiegato che avendo fatto una cura al cortisone nel mese di Gennaio, non si poteva effettuare la somministrazione, come regolarmente prenotata sulla piattaforma regionale.

Solleviamo questa inconsueta ingiustizia per cercare di risolvere una questione per noi inspiegabile, sperando che sia uno dei pochi casi presenti nella nostra Provincia. Ad oggi è risultato impossibile prenotare un nuovo vaccino, pertanto rivolgiamo un appello agli organi competenti affinché venga incardinata una nuova prenotazione e che alla nostra Maestra venga immediatamente somministrato il vaccino.

Fatti così gravi possono creare un malessere fortissimo. Riteniamo sia giusto che i responsabili delegati al piano vaccinale Irpino, istituiscano un ufficio preposto ai protesti. Un luogo dove poter ricevere spiegazioni esaustive per dare un servizio più efficiente e risolutivo.

Restiamo fiduciosi, sperando che al più presto venga risolto questo problema.

adsense – Responsive – Post Articolo