IRPINIA. La Sanità in Irpinia e la difesa del cittadino. Franco Vittoria (PD): “Immediata apertura degli ospedali chiusi, ad iniziare da Monteforte”

adsense – Responsive Pre Articolo

La trappola dell’austerity ha confinato il sistema sanitario, soprattutto nel mezzogiorno, in una preoccupante involuzione. E’ indubbio che la vicenda drammatica di queste settimane del contagio del Covid-19 ci porterà a rivedere molte cose sul patto sociale tra cittadini e istituzioni. L’austerity ha cancellato posti letti e luoghi di cura che soprattutto in alcune aree depresse del mezzogiorno rappresentavano una certezza per la cura di una popolazione sempre più anziana. La lezione di questi giorni ci ha consegnato una sanità stremata, ma non poteva essere diversamente, visto la drammaticità del momento. Ma nonostante questa crisi senza precedenti, stiamo riscontrando sul campo il lavoro straordinario di medici, infermieri e operatori sanitari che con abnegazione e spirito di sacrificio stanno consentendo al nostro welfare di reggere. Ma il sud non è il nord. Ecco perché mi pare sacrosanta la richiesta dell’Ospedale Moscati di Avellino di “conservare” sette unità infermieristiche (nonostante vincitrici di concorso al Cardarelli) in un momento di grande disagio per il plesso ospedaliero di Avellino. In questo momento di grande disagio sanitario (anche per la nostra provincia) va considerato la necessità di APERTURA dell’ospedale di Monteforte Irpino e degli altri plessi ospedalieri. Infatti, il Ministro della salute ha dato indicazioni alle regioni di aumentare i posti letto sub-intensivi e intensivi. Il momento è delicato e serve riannodare le idee verso la stessa direzione, ma in questi casi serve anche la VOCE dei consiglieri regionali, tutti, per avviare una proposta che tenga conto dell’Apertura dell’Ospedale di Monteforte Irpino e degli altri plessi ospedalieri della provincia irpina. Ariano Irpino in queste ore vive momenti drammatici, non serve solo la solidarietà, servono anche atti concreti. Ma ora c’è bisogno di fare squadra, rafforzando la rete sanitaria in Irpinia evitando che sette unità infermieristiche lascino il Moscati,   e implementando posti letti in provincia. Rafforzare la rete sanitaria in Irpinia significa non sguarnire i luoghi della cura ancora una volta. Errare è umano , perseverare è diabolico!

FRANCO VITTORIA

adsense – Responsive – Post Articolo