IRPINIA. Strade provinciali dissestate, l’appello al presidente della provincia Biancardi

adsense – Responsive Pre Articolo

Parte dall’Alta Irpinia, la protesta degli operai delle fabbriche che quotidianamente sono costretti a percorrere strade dissestate e piene di buche per raggiungere i posti di lavoro nelle varie Aree Industriali.

Il Coordinatore per l’Alta Irpinia Antonino Abbondandolo delegato Fismic- Confsal della Desmon di Nusco, insieme al delegato della Sirpress Gennaro Iannaccone, alla delegata della Ema di Morra de Sanctis Maria Antonietta Cozza agli attivisti Maurizio Carbone e Simone Di Benedetto, al delegato del CGS Elio Di Dio ai delegati Fismic della IIa Giovanni Garofano e Gerardo Novino in rappresentanza di diverse centinaia di lavoratori delle Aree Industriali di Lioni- Nusco – S. Angelo deoi Lombardi, Morra De Sanctis, Calitri, San Mango sul Calore e Frigento fanno appello al Presidente della Provincia Domenico Biancardi per un intervento immediato sulle strade interne di collegamento verso le Aree Industriali .

Segnaliamo in particolare la strada che da Sturno – Frigento – Rocca S. Felice collega l’Area Industriale di Nusco.

La strada che che da Bagnoli Irpino passa per Nusco e raggiunge la fabbriche dell’Area industriale .

La strada che da S. Angelo dei Lombardi collega la zona industriale di Morra de Sanctis.

L’Ofantina che da Morra si collega con la zona industriale di Calitri .

Caro Presidente Biancardi oltre al traforo per collegare la Valle Caudina con il Baianese non puoi non interessarti di queste strade che mettono a dura prova le nostre auto e mettono a rischio la nostra incolumità.

Siamo anche disponibili, accompagnati dal nostro Segretario Provinciale Giuseppe Zaolino ad incontrarla presso gli uffici dell’Ente Provincia per affrontare questi temi con spirito operativo e costruttivo.

adsense – Responsive – Post Articolo