L’ Ordine degli Architetti della Provincia di Avellino punta la lente di ingrandimento su Serino e Lioni

adsense – Responsive Pre Articolo

L’ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI AVELLINO

DIFFIDA ANCHE I COMUNI DI SERINO E LIONI:

“SULLA NOMINA DEI COMPONENTI DELLE COMMISSIONI DEL PAESAGGIO

RICHIESTE DI PRESTAZIONI PROFESSIONALI A TITOLO GRATUITO

E IRREGOLARITA’ SUGLI ESPERTI INDIVIDUATI”

 

AVELLINO – Continua l’intervento dell’Ordine degli Architetti della provincia di Avellino, a tutela dei professionisti e del diritto all’equo compenso per le prestazioni professionali. Dopo il caso di Nusco, L’Ordine, infatti, ha posto sotto la lente di ingrandimento l’avviso del comune di Lioni e la già composta commissione di Serino.

 “Il Comune di Serinospiega il presidente dell’Ordine degli Architetti della provincia di Avellino, Erminio Peteccaè arrivato persino a non nominare alcun architetto quale esperto di tutela del paesaggio e beni culturali, figura invece prevista per legge all’interno della Commissione. Il caso di Lioni, invece, è uguale a quanto già visto per Nusco: l’avviso pubblico prevede la partecipazione a titolo gratuito alle sedute della Commissione, in dispregio di quanto da noi richiesto con nota inviata a tutti i Comuni irpini. Invitiamo a questo punto i colleghi nominati a non assumere l’incarico, in rispetto della professione e della tutela della professionalità di tutti gli architetti”.

Ulteriori diffide a proseguire nell’avviso pubblico saranno inviate dall’Ordine ai Comuni interessati, invitando i Responsabili del Settore Tecnico dei Comuni a procedere ad una rettifica degli avvisi.
“Mi chiedo, continua Petecca, quanto sarà ancora possibile assistere nel silenzio alle continue offese nei confronti del lavoro dei professionisti e se ci sono Sindaci disposti a rinunciare alla loro indennità, così come viene richiesto agli architetti, ovvero di fornire la propria opera professionale a titolo gratuito”

adsense – Responsive – Post Articolo