La nota di Alaia: “L’ ospedale Landolfi continuerà a costituire un punto di primo intervento”.

adsense – Responsive Pre Articolo

“Nelle scorse settimane, abbiamo raccolto le istanze provenienti dal territorio sulla questione dell’Ospedale Landolfi di Solofra.
Dall’interlocuzione con i sindaci ed i vertici del Moscati, sono emerse diverse esigenze che ci impegniamo a recepire come Sistema Sanitario regionale, come l’aumento dei posti letto dedicati alla lungodegenza ed alla riabilitazione ortopedica, cardiaca, neurologica e respiratoria.

L’ospedale Landolfi continuerà a costituire un punto di primo intervento, ma, tuttavia, anche in ragione dell’emergenza covid, sarà allestito ex novo un reparto di terapia intensiva e saranno previste funzioni di day surgery. Data la collocazione geografica del Landolfi, prossima al Polo conciario, verrà, inoltre, istituito un reparto di medicina del lavoro con annessi posti letto.

Vogliamo che il Landolfi possa continuare a rappresentare un punto di riferimento della sanità irpina, pertanto, verrà anche istituita una Unità operativa di Medicina riproduttiva che si occuperà di infertilità, abortività, genetica riproduttiva, banca gameti. Un centro, che insieme alla funzione di Procreazione medicalmente assistita, rappresenterà sicuramente un’eccellenza non solo per la Campania”. Così conclude il presidente della Commissione Sanità del Consiglio regionale della Campania Enzo Alaia.

adsense – Responsive – Post Articolo