L’Almanacco Irpino. Lunedì 20 gennaio 2020

adsense – Responsive Pre Articolo

[responsivevoice_button voice=”Italian Female” buttontext=”Ascolta l’articolo”]

a cura di Grazia Russo.

Lunedì 20 gennaio si festeggia san Sebastiano martire morto trafitto da sette frecce

Patrono di Aiello del Sabato e di Avella ‘o paese d’e fattucchiere 

Ra lu barbùtu                                   Dal barbuto (S. Antonio Abate)

a lu Saggìttatu                                 al saettato (S. Sebastiano)

viernu è già passatu                         l’inverno è già passato.        

 Proverbio meteorologico

Nella giornata di San Sebastiano si ripete sempre lo stesso clima: la nebbia libera la pianura: A San Savastianu la néglia nghiana a la muntagna e scummòglia la chiana

 Antiche credenze                                                                

Secondo un ‘antica credenza questa giornata è segnata da sette momenti maledetti (tanti quante erano le frecce che colpirono il santo durante il suo martirio), qualunque cosa si faccia riesce male…infatti i contadini suggeriscono di non ammazzare il maiale, né imbottigliare il vino, né potare le piante….

Inoltre se la festività cadeva di domenica,  a Montemarano e a Paternopoli, era credenza che questi flussi negativi avrebbero condizionato tutte le cinquanta domeniche dell’anno

 Ricetta culinaria 

‘O migliaccio inf. Spagnuolo A.

sugna, uva passa, frìttele, farina di granone

Si mette sul fuoco l’acqua con sale e sugna, prima che esca il bollo, si versa lentamente la farina di granone. Prima che diventi troppo solida si aggiungono le frìttele e l’uva passa e il sale, infine cospargere il formaggio grattugiato.

 

adsense – Responsive – Post Articolo