LAURO. I dipendenti dell’azienda ACM: “Rispettiamo l’operato della Corte dei Conti ma chiediamo che sia tutelato il diritto al lavoro”

adsense – Responsive Pre Articolo

I dipendenti dell’Acm, azienda pubblica partecipata al 100% del comune di Lauro, in merito all’ispezione da parte della Corte dei Conti, a seguito di un esposto in cui si chiedono delucidazioni a riguardo dell’operato della suddetta azienda e del comune di Lauro, fermo restante il rispetto e la fiducia nell’operato della Corte dei Conti, dell’amministratore unico, dott. Gino Tapinassi e del sindaco del comune di Lauro, dott. Antonio Bossone, vogliono precisare che sono orgogliosi e fieri di far parte di tale azienda, che dal primo momento li ha assunti con regolare  contratto a tempo indeterminato, garantendogli il regolare e preciso pagamento degli stipendi.

Inoltre sono fieri di essere parte di un’azienda con il bilancio sempre in attivo ed impegnata anche nel sociale a favore degli studenti, delle associazioni e delle famiglie meno abbienti, oltre che delle famiglie dei propri dipendenti, il tutto in linea con le norme delle aziende partecipate e nel rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti.

Pertanto, i dipendenti chiedono il sacrosanto diritto al lavoro, preservando la loro dignita’ e respingendo qualunque vile attacco strumentale di cui non comprendono il senso e la finalita’, chiedendo a gran voce di non essere coinvolti in giochi perversi a discapito loro e delle loro famiglie.

Lauro, li’ 09/03/2018  – I dipendenti Acm  (Comunicato Stampa)

adsense – Responsive – Post Articolo