Le Piccole Apostole della Redenzione per i 70 anni del Villaggio del Fanciullo

adsense – Responsive Pre Articolo

È la Casa Madre dell’Opera creata 70 anni fa da Padre Arturo e Madre Anna per accogliere gli orfanelli raccolti dalla strada e dare a loro un tetto, un futuro e una professione o mestiere. Era l’ex casa del Fascio sita in via Camaldoli e  più volte ristrutturata grazie ai benefattori e ai Pellegrinaggi delle Pietre.  Il terremoto del 23 novembre 1980 la danneggiò gravemente costringendo le suore a trasferirsi con gli orfanelli al Villaggio del Sorriso adiacente al Santuario. Ma Madre Anna e Padre Arturo non si scoraggiarono affatto e in pochi anni con l’aiuto di benefattori riuscirono a dare ai ragazzi un istituto più bello e con stile antisismici che è stato edificato nello stesso posto di quello danneggiato dal sisma del 23 novembre 1980 e realizzato anche con il già citato Pellegrinaggio delle Pietre dalla cava tufacea di Schiava a Visciano con tufi portati da fedeli a spalla i trattori agricoli. Lo stesso Padre Arturo e Madre Anna portavano sulle spalle il tufo fino a Visciano percorrendo i 5 km a piedi come alcuni fedeli adoperavano i pochi asini rimasti, trattori, camion  e auto per portare il loro carico fino a Visciano.
Oggi 70 anni dopo le suore con Madre Nunzia Gentilcre e i sacerdoti Missionari della Divina Redenzione vogliono ricordare questa data storica il 9 e 10 novembre con una Santa Messa in programma alle ore 18 del 9 nella Cappella del Villaggio del Fanciullo dove si trova anche la tomba di Madre Anna Vitiello deceduta proprio  al Villaggio del Fanciullo nella penultima domenica di Luglio 2000. Nicola Valeri

Le Piccole Apostole della Redenzione per i 70 anni del Villaggio del Fanciullo Le Piccole Apostole della Redenzione per i 70 anni del Villaggio del Fanciullo Le Piccole Apostole della Redenzione per i 70 anni del Villaggio del Fanciullo Le Piccole Apostole della Redenzione per i 70 anni del Villaggio del Fanciullo

adsense – Responsive – Post Articolo