Licenziate 4 lavoratrici della Albatros-Conad di Lioni Carpino (Filcams Cgil): «Motivazioni pretestuose, adotteranno tutte le iniziative politiche, sindacali e legali per tutelare le lavoratrici»

adsense – Responsive Pre Articolo

AVELLINO. La Filcams Cgil insorge contro la società di vendita  Albatros-Conad di Lioni
che ha licenziato quattro lavoratrici tra le quali due rappresentanti sindacali.
Il segretario generale Filcams Cgil, Giovanni Carpino, promette battaglia convinto del fatto che i licenziamenti siano ingiusti: «Riteniamo – dice il sindacalista – del tutto infondate e pretestuose le motivazioni adottate dalla direzione dell’Albatros-Conad di Lioni verso le quattro dipendenti».
«Abbiamo già dichiarato lo stato di agitazione e programmato un’assemblea sindacale presso il punto vendita, ma non ci fermeremo finché non saranno rispettati i diritti delle lavoratrici».
«Per questo, adotteranno tutte le iniziative politiche, sindacali e legali per tutelare le lavoratrici e contrastare questo atto inaccettabile. Coinvolgeremo tutte le istituzioni e unitamente al confederale programmeremo nei prossimi giorni tutte le azioni utili a tutela di tutte e tutti i dipendenti dell’Albatros-Conad di Lioni».
«Infatti, non solo questi licenziati sono giusti, ma nella grande distribuzione, in tutta la provincia di Avellino, si sta assistendo ad un vero scempio: dai contratti pirata ai falsi part-time. E adesso anche i licenziamenti senza giusta causa in un’azienda strutturata come la Conad. Non possiamo, allora, non rilanciare una vertenza a tutto tondo a supporto delle lavoratrici colpite dal provvedimento».
Infine, un messaggio all’azienda: «Cara Conad non è bello quello che hai fatto alle lavoratrici in vista della festa dell’Otto Marzo. Adesso, potrai fare tutte le pubblicità che vuoi, ma resta questo dato incontrovertibile».

adsense – Responsive – Post Articolo