“L’Italia delle contraddizioni, niente matrimonio con parenti e amici ma si ai festeggiamenti per il tricolore”

adsense – Responsive Pre Articolo

(Riceviamo e pubblichiamo). Viviamo nell’Italia delle contraddizioni. Non è possibile festeggiare il proprio matrimonio con parenti ed amici, ma  è possibile festeggiare lo scudetto in trentamila persone. È una vergogna! I risarcimenti per le quote date ai fornitori, dobbiamo chiederli a queste stesse persone che non lavorano da oltre un anno e sono al collasso? Non dimentichiamoci che i cari amici bonus sono stati elargiti senza cognizione di causa a destra e a manca. Non se ne può più. Credo che sia proprio una sorta di sabotaggio al mondo del wedding, inutile dire che una festa può determinare un numero di contagi, ma non è il solo contesto, la legge è uguale per tutti. Le persone si ammassano ovunque. Con un po’ di buon senso e le dovute norme di prevenzione si potrebbe restituire il sogno del giorno del matrimonio a tante coppie ormai stanche e deluse, ma soprattutto si potrebbe restituire la dignità a tanti lavoratori arrivati allo stremo delle forze. Volere è potere!!!

Orazio la Cerra

adsense – Responsive – Post Articolo