Lotta al contrabbando di gasolio. Sequestrati 27.000 litri di prodotto proveniente dall’est europa destinato al mercato partenopeo. 2 denunciati.

adsense – Responsive Pre Articolo

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nel quadro della costante attività di controllo del territorio a contrasto dei traffici illeciti, ha sequestrato un autoarticolato con 27.000 litri di gasolio in evasione di accisa, proveniente dalla Polonia. In particolare, i finanzieri del I Gruppo Napoli – 2° Nucleo Operativo Metropolitano hanno intercettato in prossimità della barriera autostradale di Napoli Nord un automezzo, con targa ed autisti di nazionalità polacca, che trasportava numerosi bulk (contenitori in plastica della capienza di 1.000 litri) contenenti liquidi. Le Fiamme Gialle, nonostante l’accurata pianificazione del viaggio da parte dei 2 contrabbandieri attraverso l’intreccio documentale di società straniere utilizzate per coprire il carico, le indicazioni circa il contenuto dei bulk e la destinazione finale, oltre a bloccare l’illecito quantitativo di gasolio illegale, hanno scoperto che il liquido trasportato era costituito da gasolio destinato all’autotrazione da immettere di contrabbando sul fiorente mercato partenopeo.  Il viaggio dei 2 corrieri, entrambi 40enni e cittadini polacchi, si è concluso con la denuncia alla locale Procura della Repubblica per il reato di sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sugli oli minerali e contestuale sequestro del tir e del gasolio di contrabbando. L’attività di servizio testimonia il costante impegno esercitato dalla Guardia di Finanza di Napoli nel contrasto agli illeciti nel settore delle accise, finalizzato alla tutela dei commercianti onesti e alla salvaguardia del consumatore finale.

adsense – Responsive – Post Articolo