Marigliano, le suore di Lausdomini accusate di violenza sui bambini

adsense – Responsive Pre Articolo

Marigliano, le suore di Lausdomini accusate di violenza sui bambiniMARIGLIANO – Volantini anonimi contro le suore di Santa Maria Francesca di Lausdomini. Sotto accusa il loro operato di educatrici della scuola dell’infanzia “Napolitano”.
Da giugno vengono lanciati in strada lettere velatamente minatorie, che invitano le suore a chiudere l’asilo. Volantini che sono stati trovati anche nei pressi del supermercato Oceano.
“Vergognatevi, pagherete amaramente per tutto quello che hanno dovuto subire i bambini per i danni fisici e morali che gli avete provocato e voi sapete bene di cosa stiamo parlando. Donne di Dio e mamme siete indegne”. Frasi diffamatorie, che hanno spinto le suore e i genitori a presentare una denuncia per diffamazione contro ignoti. Ora indagano i carabinieri per individuare gli autori. Il comandante dei carabinieri della stazione di Marigliano Raffaele Di Donato ha garantito che nessuna violenza è stata fatta ai minori: ” Abbiamo ricevuto la denuncia per diffamazione nei confronti delle suore nei primi di settembre. Stiamo indagando sugli autori infamanti dei volantini”. La scuola delle suore è in funzione da oltre 60 anni e ha educato migliaia di bambini tra cui anche il parlamentare del Movimento Cinque Stelle, Luigi Di Maio. Tutti parlano di anni felici trascorsi nei giardini di questa scuola dove si poteva frequentare anche la primina. “Ci vogliono far chiudere – dice suor Pasqualina – sono veramente dispiaciuta. Siamo sempre aperti a tutti anche ai più bisognosi. Tutto questo non ce lo riusciamo a spiegare.

adsense – Responsive – Post Articolo