Martedi 31 ottobre, alle ore 19.00, sul palco del Teatro Gesualdo di Avellino, il Centro Studi del Teatro 99 Posti presenta “L’uomo disabitato e i deserti interiori

adsense – Responsive Pre Articolo

Martedi 31 ottobre, alle ore 19.00, sul palco del Teatro Gesualdo di Avellino, il Centro Studi del Teatro 99 Posti presenta “L’uomo disabitato e i deserti interiori”, una pièce di Teatro Fisico nata unicamente per la rassegna Sipari Aperti attraverso un laboratorio svoltosi nel mese di Ottobre.

In scena ci saranno venti allievi, provenienti dai corsi di Teatro e di Danza contemporanea, che hanno condiviso un percorso formativo molto particolare che tenta di coniugare insieme i codici espressivi delle due discipline, dando vita alla performance che sarà messa in scena martedì pomeriggio.

A condurre questo laboratorio ottobrino i docenti di Recitazione e di Danza contemporanea Paolo Capozzo e Antonella De Angelis, coadiuvati da Maurizio Picariello, Elena Spiniello.

Il tema della performance è l’emarginazione e il personaggio protagonista, Capavacante,  è uno dei tanti “esclusi”, uno di quelli che potremmo incontrare per strada, sotto casa, e che cercheremmo di evitare cambiando marciapiede. E’ sgradevole, malato, maleodorante. Ogni suo disperato tentativo di farsi accettare s’infrange contro gli scogli di quel dis-umanesimo culturale che ha partorito la nostra indifferenza per la vita altrui.

Dice Capozzo: << Quando, a settembre, ci fu chiesto di comunicare il titolo e la sinossi del nostro lavoro agli organizzatori di Sipari Aperti, non avevamo la minima idea di cosa avremmo messo in scena alla fine. Certo, sapevamo la direzione che volevamo prendere, ma non la strada che avremmo percorso.

In verità, se avessimo potuto scegliere oggi un titolo per il nostro lavoro, l’avremmo chiamato proprio “Capavacante”, ispirandoci al nome del protagonista. >>

Antonella De Angelis ci tiene a sottolineare il percorso fatto dagli allievi: <<Nessuno di loro è un “professionista”, pur tuttavia tutti hanno dato un contributo di grande spessore, artistico e umano, che ha reso questa esperienza intensa ed irripetibile per tutti noi.>>

Pertanto ci sembra doveroso citarli tutti i protagonisti di questo breve ed emozionante lavoro: Simona Addonizio, Carmela Aria, Ciro Borrelli, Susy Capolupo, Pasquale Cincotti, Anna Di Nardo, Antonia Di Nardo, Giulia Fierro, Laura Forcellati, Angelita Gambuti, India Iannaccone, Simonetta Incarnato, Eliana Lepore, Sara Lomazzo, Daniela Manzi, Marina Parrilli, Samantha Rossi, Linda Silvestri, Michele Violano>>. 

Chiosa Capozzo: <<L’idea dei biglietti a costo zero, pur se animata da buone intenzioni, si è rivelata poco efficace. Nonostante al botteghino del Gesualdo risulti il “tutto esaurito” da settimane, molte serate hanno visto tantissimi posti lasciati vuoti da chi aveva preso i biglietti e poi ha cambiato idea, non permettendo agli spettatori interessati di essere presenti agli spettacoli. Per cui se avete voglia di assistere alla nostra performance, anche se non avete i biglietti, vi consigliamo di venire al Gesualdo la sera dello spettacolo. La probabilità di trovare posto è davvero molto elevata.>>

adsense – Responsive – Post Articolo