Moriano e il piedirosso 2020 : “la calda estate del vino è tutt’altro che terminata “

adsense – Responsive Pre Articolo

Una riflessione per la prossima vendemmia sperimentale di piedirosso 2020 diversa per intensità di idea e progetto rispetto alla precedente .
Tra poche settimane il primo verdetto . Di ritorno dalla Toscana dove si aggiudica una seconda importante collaborazione ai confini di Montalcino, Moriano è deciso ed ha orecchie ed occhi ben aperti per la vendemmia del suo piedirosso 2020 made in Montefredane . “Di ritorno dalla Toscana mi sono subito catapultato nei diversi vigneti che ci daranno le uve per il piedirosso 2020 . Lo stato fitosanitario delle uve è eccellente così come la maturazione che procede gradualmente.  Noto che con una raccolta che sotto il profilo qualiquantitativo si annuncia buona un po’ su tutti gli appezzamenti è confermato che il contesto congiunturale è difficile e bisogna lavorare per recuperare spazi di crescita che si profilano all’orizzonte.  A tal proposito , grazie alla disponibilità dei pochi produttori di uve piedirosso a Montefredane , la vendemmia 2020 sarà improntata e suddivisa in 3 vinificazioni di uve provenienti dai 3 vigneti diversi per caratteristiche fisico-chimiche del suolo e altitudine  così da permettere a questo vitigno di esprimersi nelle diverse sfaccettature e dare voce il più possibile a questo territorio . Forti del successo della sperimentazione 2018 mi sento di dire che la calda estate del vino è tutt’altro che conclusa. Francesco Moriano

adsense – Responsive – Post Articolo