Napoli. 796 anni di cultura viva per una storia che continua. “Buon compleanno Federico II”, si premiano 66 giovani eccellenze.Partecipa Gaetano Manfredi, Ministro dell’Università e della Ricerca

adsense – Responsive Pre Articolo

di Gianni Amodeo 

E’ stata istituita il 5 giugno del 1224, per la ferma volontà di Federico II– precursore nell’età medievale delle visioni della modernità e delle interazioni delle culture senza frontiere- l’Università degli Studi, che s’intitola alla sua memoria. Un itinerario che corre lungo 796 anni ben portati di cultura viva che viene irradiata da Napoli, promuovendo la circolazione delle idee e la formazione delle professioni per una storia che continua. Una storia che colloca l’ Ateneo federiciano nel ristretto numero delle Università più antiche e prestigiose d’ Europa e dell’Occidente, per proiettarlo negli scenari della società mondializzata del Terzo Millennio con una fisionomia di alto profilo per la didattica e la ricerca. Una proiezione di cui sono eloquenti e ragguardevoli testimonianze il Polo scientifico operante a pieno regime da qualche anno a San Giovanni a Teduccio e la Scuola di formazione superiore, con i corsi iniziati nel novembre dello scorso anno. Due realtà di studio, ricerca, innovazione e formazione, nei cui orizzonti è scritto il futuro delle giovani generazioni; due realtà che attestano quale sia stato -ed è- il senso della lungimiranza della governance che caratterizza l’Ateneo napoletano.

Napoli. 796 anni di cultura viva per una storia che continua. “Buon compleanno Federico II”, si premiano 66 giovani eccellenze.Partecipa  Gaetano Manfredi,  Ministro dell’Università e della Ricerca            Per la Federiciana, quella odierna, è la speciale giornata del “Buon compleanno”, che, nel rispetto delle misure di sicurezza previste dai decreti anti Covid-19, sarà possibile seguire con le modalità della piattaforma Youtoube, ad iniziare dalle ore 11,30. Un appuntamento, a cui parteciperà il Ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi. Ed è un … ritorno in casa, per Manfredi, che nel corso del suo operoso Rettorato ha istituito l’ eventoBuon compleanno Federico II, quale momento d’incontro intergenerazionale e d’identificazione per i valori e il patrimonio etico-civile che lo storico Ateneo rappresenta nella società italiana ed europea; valori e patrimonio, di cui è sintesi l’iscrizione che campeggia sul frontone del complesso che s’affaccia su corso Umberto I – il Rettifilo- Ad scientiarum haustum et seminarium doctrinarum. Alla fonte delle scienze e al seminario delle dottrine.

            Il top del Buon compleanno sarà vissuto nell’Aula del Senato dell’Ateneo con la cerimonia di premiazione di sessantasei giovani particolarmente meritevoli nell’impegno di studio e ricerca scientifica nel corso dell’anno accademico, con la gratificazione di un assegno di 500 euro. Motivazioni e nomi delle giovani eccellenze saranno presentati da Luigi Califano, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia, Giuseppe Cringoli, presidente della Scuola di Agraria e medicina veterinaria, Marco d’Ischia, presidente della Scuola politecnica di Scienze di base, Andrea Mazzucchi, presidente della Scuola di Scienze umane e sociali.

            Da evidenziare che il Buon compleanno, edizione 2019, coincise con gli interventi ben realizzati e promossi dalla Federiciana in ordine al restauro di un tratto delle mura greche della Napoli del V secolo a.C. “ Un programma di scavi proseguito- sottolinea il Rettore, Arturo De Vivo– portando alla luce tracce ancora più estese di quelle mura nell’insula di Mezzocannone”.

adsense – Responsive – Post Articolo