Natale: Coldiretti, gli italiani non rinunciano ai “cenoni”

adsense – Responsive Pre Articolo

Roma, 14 dic. – Il 25% delle spese di Natale e Capodanno degli italiani sono destinate alla tavola che e’ la voce sulla quale le famiglie sono meno disponibili a tagliare.
E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixe’ in occasione della presentazione della piu’ ampia esposizione di cesti di prodotti tipici natalizi nel mercato di Campagna Amica a Roma.
“Solo il 12% delle famiglie rispetto allo scorso anno – sottolinea la Coldiretti – tagliera’ per le festivita’ sui generi alimentari mentre il 43% sull’abbigliamento, il 47% sui divertimenti e il 52% sulle vacanze”.  Sotto l’albero ben il 37% degli italiani sogna il tradizionale cesto con i prodotti tipici del Natale che quest’anno batte addirittura gli oggetti tecnologici (23%). C’e’ pero’ un numero crescente di italiani che a Natale non si accontenta di portare in tavola i prodotti della festa, ma vuole fare una scelta di acquisto consapevole per aiutare i piu’ bisognosi, salvare l’ambiente, integrare gli emarginati, sostenere il lavoro e l’economia del proprio territorio. Un italiano su due frequentera’ i tradizionali mercatini di Natale che, con un aumento del 4% delle presenze, sono l’unica forma di distribuzione commerciale a registrare un aumento rispetto allo scorso anno, secondo l’analisi Coldiretti/Ixe’. “Ad essere preferiti negli acquisti al mercatino sono – precisa la Coldiretti – per il 58% degli italiani i prodotti enogastronomici, ma un buon 49% vi acquista decori natalizi, il 38% prodotti per la casa, il 37% oggetti artigianali, il 17% capi di abbigliamento e il 15% giocattoli.
I prezzi dei cesti natalizi sono molto variabili ma si concentrano su valori che vanno dai 35 ai 100 euro per prodotti tipici di qualita’ del territorio.

adsense – Responsive – Post Articolo