Neonato contrae herpes in ospedale e riporta danni neurologici permanenti: maxi risarcimento da 42 milioni

adsense – Responsive Pre Articolo

L‘herpes labiale gli causa gravi danni cerebrali e la famiglia ottiene un risarcimento record. Un bambino di 6 anni ha ricevuto un risarcimento di circa 42 milioni di euro dall’ospedale dopo aver contratto il giorno della sua nascita l’herpes simplex, virus che gli ha poi causato dei danni neurologici irreparabili.

Il servizio sanitario inglese ha risarcito i familiari dopo che il bimbo ha avuto l’encefalite come conseguenza del virus. L’infezione sarebbe dovuta essere rilevata immediatamente, ma non è stato così: il bambino è rimasto due giorni in ospedale con i sintomi della malattia senza però che venisse diagnosticata e curata. Il ritardo è stato fatale e le cure sono state inefficaci, tanto da riportare delle conseguenze gravissime e permanenti nel bambino. Oggi il piccolo soffre di problemi visivi, cognitivi, di movimento e di comunicazione, nonché problemi comportamentali, come ammesso dal West Hertfordshire Hospitals NHS Trus.

La famiglia ha avviato un procedimento legale, come riporta Metro,che ha vinto e ora, ogni anno, riceverà una forma forfettaria come risarcimento che servirà per coprire le spese sanitarie necessarie al bambino. Il piccolo ha bisogno di un’assistenza h 24 e di farmaci. I genitori in tutti questi anni hanno provveduto alle cure e ai bisogni del figlio di tasca propria, senza ricevere alcun aiuto dallo stato.

adsense – Responsive – Post Articolo