Nola, Cinzia Trinchese: “Un ospedale da campo per evitare la conversione in Covid center del nostro nosocomio”

adsense – Responsive Pre Articolo

“Un ospedale da campo per fronteggiare l’emergenza covid-19  così come è stato fatto all’esterno dei nosocomi di Napoli, Castellamare di Stabia e Salerno: eviteremmo così la conversione del Santa Maria della Pietà di Nola, che serve un’area di circa 600 mila abitanti in Covid Hospital”: è la proposta del consigliere comunale di Nola Cinzia Trinchese al sindaco Gaetano Minieri. 

In una lettera indirizzata al primo cittadino della sua città ed ai sindaci dei Comuni dell’area nolana, Cinzia Trinchese indica anche il luogo, planimetria compresa, che potrebbe accogliere la struttura sanitaria. 

“L’area – indica Cinzia Trinchese –  è di proprietà della Regione Campania. Non ci sarebbero intoppi burocratici, è adiacente all’ospedale di Nola, strategicamente perfetta in quanto rientra nel comparto del nosocomio nolano, con accesso separato e indipendente dal lato del SERT.

Inoltre, sarebbe  complementare anche alla  realizzazione dell’altro drive in che l’esercito sta allestendo, proprio nei pressi dell’ospedale, precisamente, nel parcheggio dello Sporting Club”.

“Il destino dell’ospedale di Nola, purtroppo preoccupa e mina, nella fondamenta, il diritto alla salute di tutti noi. Questo è il tempo della proposta non della protesta  – conclude  – ed il Sindaco del Comune di Nola  insieme con gli altri sindaci, rappresentanti della altre comunità servite dall’ospedale, ha il dovere istituzionale di chiedere ed il diritto di ottenere tutto ciò che serve per il bene della comunità”.

Nola, Cinzia Trinchese: “Un ospedale da campo per evitare la conversione in Covid center del nostro nosocomio” Nola, Cinzia Trinchese: “Un ospedale da campo per evitare la conversione in Covid center del nostro nosocomio”

adsense – Responsive – Post Articolo