NOLA. Ennesima morte di un clochard che scuote la città

adsense – Responsive Pre Articolo

di Nicola Valeri
La tragedia si è consumata in Piazza Clemenziano, dietro la Chiesa del Carmine a qualche metro da Piazza d’Armi, Piazza Immacolata, e dal passaggio a livello stazione Circum e Tribunale. La vittima è un romeno che di solito stazionava come altri senzatetto in Piazza d’Armi, zona stazione Circum. Una vicenda che fa tornare alle mente la vicenda di Sasha, altro senzatetto morto dopo aver subito da bulli locali un tentativo d’incanto che gli procurò ustioni su gran parte del corpo. Oggi è la sola Chiesa di Nola attraverso la Caritas e alcune parrocchie come quella del Carmine in Piazza Villa, del Collegio e San Biagio nonchè la  Madonna della Stella nell’omonimo quartiere e Santa Maria Assunta in Cielo presso Duomo nell’omonimo Piazza, che si occupa dei senza tetto.
Una vicenda che pone seriamente in primo piano il ruolo delle Politiche Sociali che il Comune nonostante proclami e promesse non riesce a far decollare. Sono in tanti, anche cittadini della città dei Gigli a bussare all’Ufficio preposto del 2* piano per ricevere assistenza ma quasi sempre le aspettative si rivelano vane nonostante le promesse dei vari sindaci e amministratori succeduti. Ovviamente al neo sindaco MINIERI ora spetta il compito di creare progetti mirati contro questa piaga che attanaglia la città.

adsense – Responsive – Post Articolo