NOLA. Sebastiano Guidoni muore carbonizzato nell’auto dopo l’impatto con un autocarro.

adsense – Responsive Pre Articolo

E’ morto carbonizzato nell’auto in fiamme subito dopo l’impatto con un autocarro che trasportava bibite Sebastiano Guidone, 25 anni, di Terzigno. Da quanto si apprende proveniva da Tufino dove era fidanzato. Per ore è rimasto chiuso il tratto autostradale  che da  Tufino portava al bivio con la A30 in direzione del capoluogo campano.

Secondo una prima ricostruzione, Sebastiano andava dalla fidanzata a Tufino, quando è rimasto coinvolto nell’incidente. A seguito dell’impatto col mezzo pesante, l’auto ha preso ha preso fuoco e il corpo di Sebastiano è rimasto avvolto dalle fiamme. Sul posto tempestivo l’arrivo dei vigili del fuoco e degli agenti della Polstrada Avellino Ovest, guidati dal comandante Renato Alfano. L’arrivo dei soccorsi e dei sanitari del 118 non ha potuto salvare la vita alla persona alla guida della automobile. I vigili del fuoco hanno sedato le fiamme e provveduto a estrarre il corpo della vittima dalle lamiere ma il personale medico ne ha solo potuto constatare il decesso.

I soccorsi si sono dunque rivelati inutili. La vittima è stata identificata solo dopo molto tempo grazie al riconoscimento effettuato dai familiari. Gli agenti della Polstrada hanno messo in sicurezza l’area per consentire con particolare cautela il decorso del traffico in A16. Come si evince dalla foto del sinistro i soccorsi sono stati particolarmente difficili e articolati per polstrada e caschi rossi.

adsense – Responsive – Post Articolo