Nola, simulazione furto d’auto

adsense – Responsive Pre Articolo

Ieri sera, sulla SS 7BIS, è avvenuto un incidente che ha visto coinvolto un autocarro e una Renault Megane. Quest’ultima, nell’impatto, è stata completamente distrutta. Ma ascoltate cosa è successo poco dopo. La Polizia Stradale di Nola, intervenuta sul posto, identifica l’autista dell’autocarro, che è un uomo di 41 anni, mentre riguardo al veicolo distrutto, constata l’assenza del conducente , che non risulta sia stato portato in ospedale. Da lì l’inizio delle ricerche con il successivo sequestro della vettura, priva di assicurazione. Da un riscontro il veicolo è risultato rubato, con una denuncia esposta dallo stesso titolare, con il quale ci si è messi subito in contatto: confermava più volte in caserma che l’auto gli fosse stata rubata da oltre 5 mesi. Svelato poi l’arcano: incongruenze tra le dichiarazioni del titolare dell’auto e indagini in cui è stato rilevato un dato fondamentale, l’auto era stata fermata il 10 gennaio dagli uomini del comando di Marcianise ed a guidarla era proprio il titolare. A questo punto l’uomo si è visto costretto a confessare il tentato imbroglio. Il furto è stato simulato per non incorrere alle sanzioni e al sequestro dell’auto derivanti dalla mancanza di polizza assicurativa. Scatta la denuncia alla Procura di Nola per simulazione di reato e mancanza di copertura assicurativa.

adsense – Responsive – Post Articolo