Non è un muro che ci divide ma la mente. Stop al Razzismo

adsense – Responsive Pre Articolo

di Serena Napolitano – Istituto Comprensivo Statale F.lli Mercogliano – C. Guadagni Cimitile (Na)

Il termine razzismo, nella sua definizione più semplice, si riferisce a un’idea scientificamente errata, come dimostrato dalla genetica delle popolazioni e da molti altri approcci metodologici. In “senso stretto” il razzismo è un fenomeno relativamente recente. In “senso più ampio” invece si tratta di una generale antica tendenza a discriminare i “diversi” (persone di diversa cultura, nazione, paese). Nel 1950, il documento Dichiarazione sulla razza dell’UNESCO è stato il primo documento ad aver negato ufficialmente la correlazione tra la differenza fenotipica nelle razze umane e la differenza nelle caratteristiche psicologiche, intellettive e comportamentali. Il razzismo si manifesta in quasi tutto il mondo sin dalla 2° Guerra Mondiale e forse anche prima. Tutto questo perché gli uomini hanno una mente chiusa e si ostinano a pensare che se una persona ha la pelle diversa dalla tua sia diverso, ma non capiscono che una persona si “definisce” da com’è interiormente e non esteriormente.

adsense – Responsive – Post Articolo