Nutella, indagine sul lavoro minorile: le catene australiane chiedono chiarimenti alla Ferrero

adsense – Responsive Pre Articolo

Polemica sulla Ferrero, produttrice di Nutella e Kinder, in seguito alle notizie di lavoro minorile in Turchia nella raccolta delle nocciole dirette alla catena di forniture del colosso dei dolciumi. Le maggiori catene di supermercati in Australia – Woolworth, Coles e IGA – hanno chiesto spiegazioni alla Ferrero. Un rapporto della Bbc ha rivelato che in numerose coltivazioni è molto frequente il lavoro di minorenni, anche di 10 anni. La Turchia è la più grande produttrice al mondo di nocciole, pari al 75% della produzione globale, e la Ferrero ne acquista un terzo.

Le tre catene di supermercati aderiscono a politiche di acquisti responsabili, che richiedono diversi livelli di impegno a pratiche etiche e sostenibili da parte dei loro fornitori. E hanno riferito al quotidiano di aver contattato riguardo alla notizia la Ferrero, che in Australia produce oltre 11 mila tonnellate di Nutella l’anno dalla sua fabbrica a Lithgow, 100 km a ovest di Sydney. Secondo il programma della Bbc, molte delle oltre 400 mila coltivazioni di nocciole a gestione familiare in Turchia impiegano con paghe minime minorenni, in molti casi di famiglie migranti curde. Le nocciole sono poi acquistate da commercianti indipendenti e la Ferrero non ne chiede la provenienza.

adsense – Responsive – Post Articolo