Ordinanza anti alcol, il Comune di Avellino fa marcia indietro

adsense – Responsive Pre Articolo

Ordinanza anti alcol, il Comune di Avellino fa marcia indietroIeri il primo cittadino Paolo Foti ha incontrato una delegazione dei commercianti interessati dal provvedimento. Prima il confronto, poi la comunicazione: a giorni l’ordinanza sarà modificata e limitata solo all’area dello stadio e dello spiazzale antistante al “Partenio Lombardi”. Il provvedimento sarà ritoccato nelle prossime ore, così da garantire l’eliminazione dei divieti prima del prossimo incontro casalingo della Avellino, che si terrà sabato sette settembre, contro la Ternana. L’incontro si è tenuto a primo piano di palazzo di città con Vittorio Rega (Bar Pasticceria La Mezcla di via De Gasperi, ndr) e Gianluca Ciotola (La Torteria di via Scandone, ndr). L’ordinanza negli scorsi giorni aveva innescato una vera e propria bagarre di polemiche di esercenti e cittadini, esasperati dal divieto di vendere e consumare alcolici in un perimetro delimitato da via De Gasperi, via Annarumma, rotatoria Amoretta, via Tino, via Zoccolari, via Greco, via Scandone, via Don Giovanni Festa. Il sindaco Paolo Foti aveva, in soldoni, vietato la vendita di alcolici e di bevande in vetro o lattina fuori dentro lo stadio, prima, durante e dopo le partite, in occasione di tutte le partite, nonché in occasione di eventuali ulteriori incontri di calcio. Il tutto tre ore precedenti l’inizio della partita e nell’ora successiva la fine. «Siamo soddisfatti – commenta Vittorio Rega -. Il sindaco non solo ha dimostrato di essere attento ai problemi della città e della nostra categoria, ma si è dimostrato da subito sensibile ad una questione che rischiava di creare squilibri tra esercizi della stessa zona. Siamo pronti a collaborare ad ogni iniziativa e siamo particolarmente soddisfatti di aver allacciato un confronto diretto con il nostro sindaco».

adsense – Responsive – Post Articolo