PAGLIOCCA (IO SCELGO MERCOGLIANO): “In campo per assicurare il cambiamento”

adsense – Responsive Pre Articolo

“Mi sono messo in gioco perché credo nel cambiamento. Mercogliano merita una amministrazione attenta, efficiente e capace di ricreare un rapporto diretto con la gente”. Così il giovane candidato Francesco Pagliocca che fa parte della squadra che ha come candidato a Sindaco Vittorio D’Alessio.
Pagliocca, diciannove anni, laureando in Giurisprudenza a Salerno, sta portando avanti la sua campagna elettorale tra la gente e per la gente. Le sue idee sono molto semplici, i suoi obiettivi chiari. 

“Non ho mai pensato di lasciare il mio paese. La scelta di frequentare il polo universitario di Fisciano lo dimostra. Purtroppo – prosegue Pagliocca – oggi Mercogliano è una città abbandonata a se stessa, sporca, degradata, priva di qualsiasi impulso vitale, non solo per i tanti giovani che come me vivono il quotidiano. Avverto personalmente la necessità di un impegno autentico affinchè le cose cambino, partendo dalle numerose questioni che la scorsa amministrazione comunale ha lasciato inevase. Ce lo sta chiedendo la gente che ogni giorno incontro con il candidato sindaco Vittorio D’Alessio e con altri candidati, molti dei quali donne.”
“Le istanze che i cittadini ci rappresentano – spiega – sono numerose. Si va dalla circolazione veicolare di Torrette di Mercogliano, dove sono necessari nuovi attraversamenti pedonali, una illuminazione più adeguata, più pensiline per le fermate degli autobus; parcheggi. Una problematica gravissima è tale nonostante il tentativo strumentale di candidati oppositori che in questi giorni hanno fatto in modo che  l’area della zona adiacente la chiesa di San Nicola di Bari di Torelli venisse resa fruibile proprio mentre è in corso la campagna elettorale. Mi chiedo come sono gestiti quei parcheggi e la cosa più preoccupante, è stato fatto il collaudo e si tratta di un’area a norma?”
Energia e voglia di fare non mancano certamente al candidato Francesco Pagliocca, che sta già rassicurando i suoi elettori su un impegno che non mancherà neppure se il risultato finale non dovesse vederlo eletto.

“Come mi chiedono le persone amiche o appena conosciute, io non farò perdere la mie tracce anche in caso di mancata elezione. A Mercogliano ci sono troppe cose da risolvere: Penso ai locali sottostanti la Chiesa dell’Annunziata, oramai diventati una cloaca per l’abbandono di rifiuti anche ingombranti da parte di ignoti. Quegli spazi di proprietà comunale vanno recuperati, ripuliti e resi fruibili. Potrebbero diventare la sede naturale di attività socio ricreative dove ad esempio allestire il doposcuola per tanti studenti mercoglianesi, o un punto di ascolto a supporto dei servizi sociali. Infine una attenzione particolare mi propongo di destinarla alla sicurezza del territorio. Molti cittadini chiedono una maggiore presenza sul territorio di agenti municipali. Attualmente nella pianta organica del comune le unità previste sono poche. Si potrebbe immaginare – conclude Pagliocca – il coinvolgimento di associazioni o anche di giovani del servizio civile che una volta formati potrebbero  dare un contributo per presidiare il territorio”.

adsense – Responsive – Post Articolo