Polo scientifico di San Giovanni a Teduccio. Alta specializzazione digitale e prospettiva su Next generation eu. “Via libera” alla 5G Academy edizione ’21, con la novità – professional La Federico II e il partenariato industriale con Capgemini, Nokia e Tim

adsense – Responsive Pre Articolo

di Gianni Amodeo

Polo scientifico di San Giovanni a Teduccio. Alta specializzazione digitale e prospettiva su  Next generation eu.  “Via libera” alla 5G Academy edizione ’21, con la novità – professional  La Federico II e il partenariato industriale con Capgemini, Nokia e TimSi amplia il ventaglio dell’offerta formativa, per la seconda edizione della 5G Academy, con i corsi teorici e pratici che inizieranno a metà marzo, per concludersi a settembre; offerta, dedicata non solo ai neolaureati e laureandi in Scienze, Tecnologie, Ingegneria e Matematica, oltre che in Ambito giuridicoeconomico, sociologico e psicologico, ma anche -ed è l’importante novità, introdotta per il 2021– ai professionisti che operano nel settore delle tecnologie digitali, con l’interessante e stimolante opportunità di arricchire il personale bagaglio di competenze traversali, relazionali e organizzative, potenziando ed allargando gli orizzonti della propria professionalità. Ed ecco, configurarsi in tutt’uno la 5G Academy post graduate e la 5G Academy  professional che è la prima del genere a realizzarsi nel contesto italiano. Un innesto importante, quello che coinvolge i professionisti del settore, per un’esperienza, con  corsi che saranno attivati proprio a metà marzo, dando lo start operativo dell’intero programma della 5G Academy. Un programma strutturato che sarà sviluppato in lezioni in presenza o con le modalità on line, secondo le disposizioni da osservare per la prevenzione e contrasto alla SarsCov2.

Polo scientifico di San Giovanni a Teduccio. Alta specializzazione digitale e prospettiva su  Next generation eu.  “Via libera” alla 5G Academy edizione ’21, con la novità – professional  La Federico II e il partenariato industriale con Capgemini, Nokia e TimSi tratta di un articolato progetto- con attuazione, come già per la prima edizione della 5G Academy,  affidata alla coordinazione didattica della professoressa Antonia Maria Tulino, che tiene cattedra nei Dipartimenti d’Ingegneria sia dell’Ateneo federiciano che dell’Università di New York-  che si svolgerà a San Giovanni a Teduccio nelle aule e nei laboratori sperimentali del Polo scientifico, che fa capo alla Federico II, le cui attività di programmazione ancorate all’originale  modello delle Academy, incontrano quelle delle  Big tech nazionali e internazionali, tra cui Leonardo, Deloitte, Apple,Cisco e così seguendo, tanto per evidenziare i parametri di assoluto valore di cui si tratta. Un incontro che si sviluppa all’insegna delle migliori sinergie praticabili tra pubblico e privato, fornendo, al contempo, alle giovani generazioni – chiamate a misurarsi con selezioni disciplinate da criteri di merito rigorosi, fissati dai bandi di ammissione- proficue chances per l’inserimento nella vita lavorativa, specie se si guarda alla gamma degli obiettivi che si profilano per il presente e per il futuro contemplati dal programma di respiro comunitario Next generation eu.  

Polo scientifico di San Giovanni a Teduccio. Alta specializzazione digitale e prospettiva su  Next generation eu.  “Via libera” alla 5G Academy edizione ’21, con la novità – professional  La Federico II e il partenariato industriale con Capgemini, Nokia e TimEd è utile sottolineare che il bando  selezione per la presentazione delle domande d’ammissione ai corsi della 5G Academy, diffuso dalla Federico II,  con il supporto dei canali del Centro servizi metrologici e tecnologici, è in scadenza alle ore 23,59 del 3 marzo prossimo. E’ un progetto,  che- in forma interamente gratuita per i corsisti- la Federico II attua in partenariato industriale con  aziende di consolidata caratura internazionale, come la francese Capgemini, leader mondiale nei servizi di consulenza, trasformazione digitale, tecnologici e per l’ingegneria, la finlandese Nokia, leader mondiale nella creazione di reti e tecnologie basilari per connettere l’ intelligence globale attraverso imprese, città, società, e la TIM, leader di mercato in Italia e tra le principali realtà per le Tecnologie di comunicazione e informazione, l’ Ict, in Europa.

Polo scientifico di San Giovanni a Teduccio. Alta specializzazione digitale e prospettiva su  Next generation eu.  “Via libera” alla 5G Academy edizione ’21, con la novità – professional  La Federico II e il partenariato industriale con Capgemini, Nokia e Tim
prof. Antonia Maria Tulino

                                   

 Modalità, criteri e requisiti           

 “Il progetto formativo si sviluppa attraverso due momenti- spiega la professoressa Antonia Maria Tulino-, con una fase di formazione generale,- ed una di formazione settoriale, in cui i percorsi formativi da seguire verranno diversificati e correlati con i background dei partecipanti.

 Al termine dei corsi, seguiranno dieci settimane di project work, in cui i partecipanti, suddivisi in gruppi con competenze eterogenee, lavoreranno allo sviluppo di business case concreti e relativi prototipi. E’ un progetto, che pone in rapporto conoscenze e competenze scientifiche ed umanistiche -conclude- quale campo aperto, per dare impulso allo sviluppo della ricerca e dell’innovazione”. Un modo e un metodo, per aprirsi al dopoPandemia e alle visioni del Terzo Millennio  della società mondializzata e interculturale, di cui la digitalizzazione  e il New deal green sono ineludibili e fondamentali ancoraggi.

Occhio, intanto, ai requisiti, per la partecipazione al bando della 5G Academy, edizione 2021.

  • Laurea di primo livello (triennale) o titolo universitario equipollente conseguito o in fase di conseguimento (in Italia o all’estero), purché il candidato abbia maturato tutti i crediti formativi universitari necessari ai fini dello stesso conseguimento entro e non oltre la data di scadenza del bando;
  • Laurea a ciclo unico in fase di conseguimento (in Italia o all’estero) o titolo universitario equipollente in fase di conseguimento (in Italia o all’estero), purché il candidato abbia maturato almeno 170 crediti formativi universitari entro e non oltre la data di scadenza del bando.

 

 

 

adsense – Responsive – Post Articolo