POMPEI, perde la vita una ventiquattrenne: omicidio o suicidio?

adsense – Responsive Pre Articolo


Grazia, ventiquattro anni da compiere oggi, in quest’ultimo giorno di aprile, una morte improvvisa ed inaspettata, che spazza via una vita giovanissima.
Le ipotesi varate dagli inquirenti sono due, inizialmente si è parlato di omicidio dopo aver subito violenze sessuali ( da confermare), ma con lo scorrere delle ore emergono informazioni importanti che potrebbero dare una luce diversa a questa tragedia.
Pare che la ragazza avesse problemi di anoressia, probabilmente un mal di vivere, nonostante sia stato raccontato di lei che fosse una ragazza sempre disponibile ad aiutare gli altri, forse il suo prodigarsi verso il prossimo poteva essere una richiesta di aiuto per se.
Tutto risulta ancora da chiarire, Grazia, all’interno di un condominio, si sarebbe lanciata nel vuoto per sfuggire ad un presunto abuso, è stata infatti ritrovata da un residente nell’area box del palazzo, con tre coltellate inflitte all’addome e le caviglie spezzate, questo inizialmente aveva fatto supporre quindi ad un omicidio.
Dopo i primi interrogatori sono emersi dettagli sulla vita della giovane: l’anoressia ed un periodo molto buio che si sarebbe trovata ad attraversare.
Solo ipotesi, dunque. Su questo orrore una sola certezza: Grazia, dopo l’accesso in pronto soccorso, non ce l’ha fatta.

Carla Carro

adsense – Responsive – Post Articolo