Premio “Bassa Irpinia 2019” al dottor Carlo Iannace e alla sua instancabile attività professionale a fianco dei più deboli

adsense – Responsive Pre Articolo

A Carlo Iannace, senologo e medico chirurgo sannita in servizio presso l’ospedale Moscati di Avellino, è stato conferito il premio Bassa Irpinia 2019. Carlo Iannace, 56 anni, consigliere regionale, è nato e vive a San Leucio del Sannio dove ha ricoperto anche la carica di sindaco.

Chi lo conosce sa di ore passate nel suo ambulatorio, a visitare donne, provenienti da ogni parte di Italia, disposte ad attenderlo per ore, pur di sottoporsi ad un controllo da parte dell’unico medico in cui riponevano la loro fiducia, uno dei pochi ancora in grado di coniugare grande competenza ad una spiccata umanità, di stabilire, tenendo fede al giuramento di Ippocrate, un legame di sincerità con i suoi pazienti. Sono centinaia le donne che, attraverso le proprie testimonianze, ricordano le parole di sostegno e di conforto pronunciate dal “loro” dottore, quando, a poche ore dall’operazione, le rassicurava che sarebbe andato tutto bene, infondendo in loro quella determinazione che molto influisce in casi così delicati; la “medicina” più efficace di tutte, che le avrebbe aiutate ad affrontare con coraggio una malattia devastante, sia a livello fisico che psicologico.

Promotore di tantissime iniziative per la prevenzione e dopo il record della sciarpa rosa più lunga del mondo l’8 marzo a Lioni e la VI edizione della Camminata Rosa che ha coinvolto oltre 10.000 partecipanti da Mercogliano ad Avellino lo scorso 29 settembre, è partita una nuova iniziativa solidale organizzata dal senologo e consigliere regionale Carlo Iannace e dalle associazioni che insieme a lui si occupano di prevenzione del cancro al seno. Per un Natale in Rosa, da alcune settimane tantissime persone sono già a lavoro per creare le Palline di Natale che serviranno ad allestire gli Alberi della Prevenzione e della Solidarietà.

Le palline non daranno solo nuova vita a una parte della lana lavorata a mano per la sciarpa rosa, ma a qualsiasi tipo di materiale che si possiede in casa. La parola chiave è infatti riciclo, dando spazio alla fantasia e alla creatività. L’importante è utilizzare il colore rosa, simbolo della prevenzione e della forza di chi lotta contro la malattia con il sorriso.

L’iniziativa è coordinata dalle Amdos e Amos irpine, insieme alle associazioni Noi in Rosa, Oltre il Rosa la Forza della Vita e Pro Loco Atripaldese, che nel periodo natalizio organizzeranno dei mercatini in diversi paesi, dove sarà possibile trovare le Palline Rosa e contribuire allo scopo finale delle stesse: aiutare ad allestire una sala multimediale per i pazienti più giovani del presidio ospedaliero Pausilipon di Napoli. Oltre a decorare gli Alberi della Prevenzione, le Palline Rosa potranno infatti entrare nelle vostre case e prendere posto sui vostri alberi. Un piccolo gesto che donerà il sorriso a tante persone.

Al dottor Carlo Iannace il premio sarà consegnato il prossimo 29 dicembre durante la serata di gala che si svolgerà al teatro Domenico Biancardi di Avella, un riconoscimento per un grande impegno in favore soprattutto delle donne.

adsense – Responsive – Post Articolo