Premio Cimitile 2021 – XXVI Edizione Apertura sabato 11 Settembre alle 18 nel complesso delle Basiliche Paleocristiane

adsense – Responsive Pre Articolo

CIMITILE – Sabato 11 Settembre alle ore 18,00 con l’inaugurazione della mostra d’arte Dante Alighieri Settecento. Cento opere di-segnano la Divina Commediaa cura di Giuseppe Bacci, prenderà il via la XXVI edizione del “Premio Cimitile”.Nel complesso delle basiliche paleocristiane è in programma alle ore 18,30, il convegno: Dante coscienza europea tra materialità dell’uomo e trascendenza divina”. Durante il convegno sarà presentato il libro “Dante nostro padre. Il pensatore visionario che fondò l’Italia” di Marcello Veneziani – Vallecchi.Interverranno: Nunzio Provvisiero, Sindaco di Cimitile; Felice Napolitano, Presidente della Fondazione Premio Cimitile; Elia Alaia, Presidente dell’Associazione Obiettivo III Millennio; Valentina Rescigno, Consigliere Delegato della Città Metropolitana di Napoli; On. Loredana Raia, Vice Presidente del Consiglio della Regione Campania; S. E. Mons. Francesco Marino, Vescovo di Nola; Marcello Veneziani, Giornalista, scrittore, filosofo. Coordinerà: Ermanno Corsi, Giornalista – Scrittore, Presidente del Comitato Scientifico del Premio Cimitile.
La Fondazione Premio Cimitile con i soci fondatori Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli,Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo IIIMillennio, ha organizzato anche quest’anno la rassegna letteraria nazionale che si concluderà il 18 Settembre ed è insignita con la medaglia del Presidente della Repubblica On. Sergio Mattarella.
La settimana di arte, cultura, religione, storia, riscoperta del patrimonio pubblico sarà densa di eventi, letteratura, convegno internazionale di studi, presentazioni di libri, spettacoli, musica, momenti di riflessione.
A coronare come ogni anno, in una inaspettata e coinvolgente alchimia finale, la serata di Premiazione, prevista per sabato 18 Settembre, alle ore 20.00, in cui avverrà la consegna dei  “Campanili d’argento” ai vincitori della kermesse letteraria.
Il Comitato scientifico presieduto da Ermanno Corsi premierà prestigiose firme del panorama letterario italiano, distinte in sezione così organizzate: I, opera inedita del genere narrativo, Gabriele Discetti premiata, con “Figli della libertà” il lavoro è stato pubblicato sul territorio nazionale a cura della casa editrice “Guida” di Napoli, che da anni sostiene con ammirevole spirito di abnegazione il Premio e la sua giusta causa; sezione II, che prevede l’opera edita di narrativa, assegnata a Silvia Avallone con “Un’amicizia”, Rizzoli; sezione III, l’opera edita di attualità, attribuita a Francesco Rutelli, con “Tutte le strade partono da Roma” – Laterza; sezione IV,  prevede l’opera edita di saggistica, assegnata a Carlo Cottarelli, con “All’inferno e ritorno. Per la nostra rinascita sociale ed economica”, Rizzoli; seguirà la sezione V, con la migliore opera edita di archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale, assegnata a Dimitri Casianelli, con “Il Cristo e il mare di Galilea”, Tau Editrice. Il Premio Giornalismo “Antonio Ravel” sarà assegnato a Gennaro Sangiuliano, Direttore del TG2. Infine, il Premio Speciale andrà quest’anno ad Annamaria Colao, “Professore Ordinario di endocrinologia e oncologia molecolare Università Federico II di Napoli. Scienziata di livello internazionale.”.
L’iniziativa, vanta autorevoli patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Cultura, Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Curia Vescovile della Diocesi di Nola.

adsense – Responsive – Post Articolo