Prime quotazioni ufficiali per le nocciole piemontesi: 450 euro al quintale

adsense – Responsive Pre Articolo

Prime quotazioni ufficiali per le nocciole piemontesi. La Camera di Commercio di Cuneo, la piazza più importante per il settore corilicolo del Piemonte, ha rilevato e validato i primi prezzi delle nocciole del raccolto 2019. Le quotazioni sono quelle della varietà Tonda Gentile Trilobata e vanno da 9.8 a 10.2 punto resa, per salire poi a 10.3-10.7 per la Nocciola Piemonte Igp.

Il punto resa è il rapporto tra il prodotto sgusciato e quello con guscio, da cui sono tolte le nocciole difettate, cioè rotte, ammuffite, raggrinzite o cimiciate. Si tratta dunque del rapporto tra peso lordo e peso netto, fatto in genere su un campione di un chilogrammo. Pertanto se 100 è il lordo e 44 il netto la resa sarà di 44 punti che moltiplicata per 10.2 darà un valore di 448 euro-quintale.

“Purtroppo le rese quest’anno non sono molto elevate, dati i problemi agronomici e di malattie che si sono manifestati – spiega il responsabile tecnico Cia Alessandria, Fabrizio Bullano – Anche la produzione è relativamente bassa: c’è da sperare, data la scarsità di prodotto, che il prezzo salga ulteriormente”.

Dal 30 settembre scorso, inoltre, presso la sede di Alba della Camera di commercio di Cuneo si è insediata la nuova Commissione per la rilevazione dei prezzi delle nocciole. Le riunioni si svolgeranno a cadenza settimanale nel periodo di massima produzione, con possibilità di variare la periodicità in funzione della stagionalità del prodotto. Mentre dal 1 ottobre, presso la sede di Saluzzo della Camera di commercio di Cuneo, si è insediata la nuova Commissione per la rilevazione dei prezzi della frutta fresca. Le riunioni si svolgeranno a cadenza quindicinale, mensile in inverno, con possibilità di variare la periodicità in funzione della stagionalità del prodotto.( fonte Italiafruit News)

adsense – Responsive – Post Articolo