Protesta sotto il Consiglio Regionale dei genitori di bimbi speciali. Chiesta la sospensione della delibera 131 del 2021

adsense – Responsive Pre Articolo

Erano un migliaio i genitori che questa mattina hanno protestato sotto la sede del Consiglio Regionale della Campania per dire no alla “delibera 131” che ha per oggetto il percorso diagnostico terapeutico assistenziale (pdta) per la presa in carico globale e integrata dei soggetti con disturbi dello spettro autistico in eta’ evolutiva. Una delibera che non aiuterebbe i genitori nel percorso terapeutico,  e pertanto al fine di garantire agli utenti autistici l’erogazione di trattamenti efficaci ed etici nel pieno rispetto della Carta dei diritti delle persone autistiche adottata dal Parlamento europeo il 9 maggio 1996, dell’art. 35 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea, degli artt. 32 e 120, comma 2, Costituzione, si rappresenta l’urgenza di intervenire in merito ai seguenti punti:
1. dato l’inserimento dei programmi intensivi comportamentali (tra cui Lovaas Model, ESDM-Denver, PRTPivotal Response Treatment, DIR-Floortime) basati sull’analisi comportamentale applicata nella tipologia dei trattamenti ammessi nonché con maggiore evidenza scientifica, al fine di evitare pregiudizievoli e arbitrarie decisioni, si rende necessario ridefinire il numero di ore di trattamento da erogare al singolo utente sulla base del profilo globale di funzionamento e di “interventi curricolari”, posto che il percorso terapeutico e l’andamento dello stesso vanno cadenzati in relazione all’individuazione di obiettivi prioritari per fasce d’età;
2. indire un bando pubblico, aperto a tutte le strutture con comprovata esperienza nella somministrazione dei trattamenti basati sull’analisi comportamentale applicata agli utenti autistici, finalizzato alla creazione di centri autorizzati al trattamento di pazienti con disturbo dello spettro autistico mediante i principi dell’analisi comportamentale applicata;
3. prevedere conseguentemente, per le suddette strutture, il possesso di tutti i requisiti espressamente previsti dal BOARD, unico organismo internazionale deputato a delineare le credenziali degli analisti del comportamento al fine di tutelare gli utenti e l’analisi comportamentale applicata in tutto il mondo, con l’inserimento nelle equipe multidisciplinari di psicologi e pedagogisti, nella qualità di professionisti addetti alla supervisione dei casi, e di figure professionali già previste dal sistema sanitario, ivi compreso l’educatore socio-pedagogico, nella qualità di operatori.

La protesta ordinata e composta ha visto anche la partecipazione della leader del M5S d’opposizione Ciarambino. Al Governatore De Luca e al Presidente della Commissione Sanità Enzo Alaia è stato chiesto la sospensione della delibera incriminata.

Protesta sotto il Consiglio Regionale dei genitori di bimbi speciali. Chiesta la sospensione della delibera 131 del 2021 Protesta sotto il Consiglio Regionale dei genitori di bimbi speciali. Chiesta la sospensione della delibera 131 del 2021 Protesta sotto il Consiglio Regionale dei genitori di bimbi speciali. Chiesta la sospensione della delibera 131 del 2021

adsense – Responsive – Post Articolo