QUADRELLE 18 – CHIAREZZA E DEMOCRAZIA.

adsense – Responsive Pre Articolo

Le patetiche esternazioni rese alla stampa dal candidato consigliere, a Quadrelle, Simone Schettino, meritano quanto meno una dovuta chiarificazione su due punti dirimenti relativi alla sua “narrazione” delle vicende pre-elettorali “quadrellesi”.  Il primo elemento da chiarire riguarda la “citazione” impropria del fratello del candidato a sindaco di “NOI QUADRELLE-BENE COMUNE”, che non ha mai avallato autocandidature a sindaco di nessuno se non in un’ottica di condivisione democratica e collegiale. Infatti mai alcun gruppo democratico ha effettuato la “nomination” di “unti del Signore” in grado di esercitare la “leadership” sugli altri componenti del gruppo stesso: a noi, le scelte settarie e carbonare non sono mai piaciute, avendo una cultura fondata sulla trasparenza e sulla condivisione delle proposte. Il secondo elemento, ovvero l’uso navigato della elettronica moderna legato allo smartphone, a parte l’uso contorto della lingua italiana, incomprensibile ai più, è chiamato in causa a sproposito, come un cavolo a merenda, in quanto la maturazione culturale e politica rientra tra i requisiti indispensabili per amministrare un paese come Quadrelle. L’evoluzione tecnologica presuppone il possesso di requisiti cognitivi e scientifici che ahimè che il candidato consigliere competitor ignora totalmente o finge volutamente di non sapere.       “Noi Quadrelle -Bene Comune”   

adsense – Responsive – Post Articolo