Regionali (2020), Labruna (Terra): «Ancora disagi sull’Ofantina. Investire per la messa in sicurezza»

adsense – Responsive Pre Articolo

«Sull’Ofantina, l’ennesimo incidente. Questa volta nei pressi di Conza della Campania». Rita Labruna, candidata di Terra al consiglio regionale (capolista in Irpinia), questa mattina ha assistito al sinistro. Quindi la riflessione: «I trasporti pubblici sono quasi assenti in questa parte della Campania. E come manca il trasporto pubblico, manca pure la manutenzione e la messa in sicurezza del tratto viario tra Lioni e Monteverde».
«Questo tratto dell’Ofantina è molto trafficato da camion che trasportano merci di vario genere, in particolare nel periodo estivo, con il trasporto di pomodori. L’asfalto è dissestato, assenti le piazzole di sosta: il pericolo qui è costante per chiunque percorre l’arteria».
«Tuttavia il trasporto su gomma è intenso in quanto unica alternativa per muoversi nelle aree interne. E questa arteria attende di essere sistemata da anni. Peccato che i lavori si siano fermati a Lioni».
«Dunque, torna più che mai attuale la discussione sull’importanza della tratta ferroviaria Avellino-Rocchetta Sant’Antonio per la quale tante associazioni come InLocomotivi, Sponziamoci, Fondazione Fs e lo Sponzfest si sono spesi. Tante risorse investite per il solo uso turistico, che da solo non è assolutamente sufficiente».
«È  mia intenzione rendere la tratta fruibile in senso commerciale e per trasporto delle persone, da integrare con il progetto che il Sindaco del comune di Calitri, Michele Di Maio, sta portando avanti per la costruzione della tratta ferroviaria Eboli- Calitri».
«Più in generale, abbiamo bisogno di un sistema di trasporto pubblico, degno di questo nome, che sia in grado di fare rete tra trasporto passeggeri, trasporto commerciale e uso turistico».

adsense – Responsive – Post Articolo