ROCCARAINOLA. Si è svolto oggi l’ultimo saluto al maresciallo Andrea Apicella. Tanta la commozione, il parroco di Calitri a celebrare il rito funebre e il sindaco del comune altirpino a presenziare.

adsense – Responsive Pre Articolo

Si è svolta oggi la cerimonia  funebre per l’ultimo saluto al maresciallo Andrea Apicella, comandante della Stazione di Calitri morto suicida martedì scorso nel suo ufficio all’interno della stazione dei carabinieri. Il rito funebre si è svolto nel suo comune di origine, Roccarainola, in piazza all’aperto, ed è stata celebrata da Don Vincenzo Ragone parroco del paese insieme a a don Cosimo Epifani, parroco di Calitri,

La bara del maresciallo, per tutta la cerimonia, è stata affiancata da un picchetto d’onore composta dai carabinieri di Calitri. Presenti il sindaco di Calitri, Michele Di Maio, scosso sin da subito dalla triste notizie. La fascia tricolore del comune altirpino ha preso la parola affermando: “Sono affranto dal dolore, oggi siamo tutti tristi, Calitri è vicina alla moglie e alla famiglia. Ciao amico vero”. In prima fila, il generale Maurizio Stefanizzi, comandante della Legione Carabinieri Campania. E’ stato lui, alla fine della cerimonia, a prendere la parola, esprimendo concetti di conforto alla famiglia e di sincero elogio al maresciallo. Presente, ovviamente, anche il comandante provinciale dei carabinieri di Avellino, Massimo Cagnazzo. C’erano, inoltre, il comandante della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, Gianpio Minieri, quello del gruppo di Castello di Cisterna, Ciardelli, della compagnia di Nola.

adsense – Responsive – Post Articolo