Rocco: “A Serino Consiglio comunale dopo 8 mesi, vi spiego perché ho votato no al bilancio”

adsense – Responsive Pre Articolo

Nella giornata di ieri, lunedì 20 Luglio, ha avuto luogo a Serino, dopo ben 8 mesi e senza che fosse stato adeguatamente pubblicizzato, come previsto dallo Statuto comunale, il Consiglio comunale.

I punti all’o.d.g. escussi sono stati addirittura 31 tra cui il bilancio di previsione 2020-2022 e l’intitolazione di una strada a Simon Rodia.

L’unico voto sfavorevole all’approvazione del bilancio di previsione 2020-2022 è stato quello del sottoscritto. Di seguito la mia dichiarazione prima del voto:

“Con la seguente dichiarazione esprimo voto contrario per quanto concerne l’approvazione del Bilancio di Previsione 2020-2022.

Ritengo che tale voto sia doveroso nei confronti della cittadinanza tutta in quanto le scelte di natura economica e politico-amministrativa, adottate dalla attuale maggioranza comunale, vanno nella direzione opposta rispetto a quella degli interessi della nostra comunità e della salvaguardia del Bene Comune.

Potrei citare decine di voci e fare altrettanti esempi; mi limito, in questa sede, ad evidenziare soltanto due questioni. I “progettini” fatti realizzare conto terzi, con la scusa di temi come la “legalità”, che sono costati ai contribuenti migliaia di euro ed i 18.000 euro stanziati, solo per l’anno corrente, per retribuire le cosiddette guardie ambientali che di tutto si occupano tranne che di ambiente.

Inoltre ritengo sia stato fatto un ricorso eccessivo e tal volta improprio, allo strumento della “somma urgenza” che ha avuto come risultato quello di far aumentare notevolmente i costi dell’Ente e quindi dei contribuenti senza però risolvere concretamente tante delle criticità presenti sul nostro territorio.

Per questi e tanti altri motivi ritengo mio dovere votare contro questo bilancio.”

Trentunesimo punto all’o.d.g., inserito come ordine aggiuntivo in seconda istanza e discusso dopo oltre tre ore di consiglio in un aula consiliare praticamente deserta, l’intitolazione di una strada al nostro celeberrimo compaesano Simon Rodia. Di seguito il mio intervento a riguardo:

“Premesso che mi dichiaro favorevole all’approvazione del secondo punto aggiuntivo all’o.d.g. : “Intitolazione strada comunale da via Piedicupa a via Simon Rodia” avanzo le seguenti proposte:

  1. Prendere in considerazione la possibilità di dedicare alla straordinaria figura di Simon Rodia la piazza principale della frazione Rivottoli di Serino. In questo modo si darebbe ancora maggiore visibilità e lustro ad un nostro compaesano che ha portato alto il nome di Serino nel mondo attraverso la sua arte;
  2. La seconda proposta è quella di valutare l’opportunità di acquistare, come Ente comunale, quella che fu l’abitazione di Simon Rodia con lo scopo di farci un museo. Consapevoli del fatto che le condizioni in cui versa lo stabile sono precarie, questo stato di cose però non dovrebbe comunque scoraggiarci dall’idea di creare una sorta di museo virtuale che possa dare modo al turista di conoscere una figura storica così importante a livello internazionale anche se poco conosciuta sia in Irpinia che in Italia.

    Tale obiettivo è assolutamente possibile e alla portata se si pensa che nella vicina Santa Lucia di Serino la locale parrocchia ha pensato bene d’acquistare quella che fu la residenza da bambino di San Giuseppe Moscati al fine di renderla un museo.

Già nel 2017, quando ero alla guida dall’Assessorato al Turismo del Comune di Serino, dimostrai che era possibile anche a Serino creare dei percorsi ad hoc che andassero nella direzione del turismo esperienziale attraverso il progetto: “Universo Irpinia. La storia di Simon Rodia tra arte, musica e natura”.

Manifestazione patrocinata dall’Assessorato al Turismo e alle Politiche Giovanili del Comune di Serino e sviluppata in sinergia con le associazioni IDEA Irpinia ed Hirpo escursioni. Il progetto, inoltre, si avvalse di collaborazioni importanti come: CONIENDASGAL Seriense-Solofrana, oltre a realtà giovanili artistiche ed imprenditoriali come l’associazione “Sonora Junior Sax” ed il “Tilt! Tattoo Bar Events.” di Avellino.

Tutto questo, quindi, per farvi presente il potenziale che la straordinaria figura del creatore delle Watts Towers di Los Angeles potrebbe rappresentare per Serino e l’Irpinia. Un incredibile volano per quanto concerne lo sviluppo sostenibile che potrebbe attrarre turisti da tutto il mondo ed in special modo dagli Stati Uniti d’America.”

  Marcello Rocco

            

adsense – Responsive – Post Articolo