SAVIANO. Festa della mamma con raccolta del sangue da parte dei volontari dell’Avis

adsense – Responsive Pre Articolo

Oggi, con la seconda giornata di raccolta sangue Avis sul territorio savianese, con l’adesione del consigliere delegato allo sport, Salvatore Falco, abbiamo voluto rivolgerci alla popolazione più giovane che rimane ai margini delle donazioni, e riuscire a intercettare le modalità di approccio per far sì che anche nella fascia d’età 18-35 vi siano donatori fedeli, ovvero coloro che offrono il loro sangue con una frequenza regolare e che, secondo i dati, garantiscono la maggior parte delle provvigioni di sangue.  Ci si è chiesto cosa  permettono di comprendere quali siano gli spazi di intervento per aumentare il coinvolgimento giovanile e che ci aiuti a pianificare le  azioni che trovino comunque anche nella scuola un canale di comunicazione fondamentale, sia per il suo naturale ruolo educativo sia per la capillarità territoriale, anche  perché l’ Avis  promuove non solo la donazione di sangue periodica come atto concreto per rispondere a un bisogno di salute, ma anche un percorso culturale finalizzato all’adozione di uno stile di vita sano come praticare un qualsiasi sport.

Ricordiamo che l’obiettivo di questa ricorrenza è sensibilizzare alla donazione del sangue (e dei suoi componenti) e ringraziamo i donatori del loro prezioso contributo che in molti casi fa la differenza tra la vita e la morte: la medicina ha un enorme bisogno di donazioni di sangue perché la tecnologia non è riuscita, ancora, a creare sangue umano artificialmente. Alla prossima!

adsense – Responsive – Post Articolo