Scandone. Robustelli: “Contro Taranto a viso aperto, il destino nelle nostre mani”.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Lucio Ianniciello

Coach Robustelli esordisce così nel pre gara: “Domenica andremo sul difficile parquet della Cus Jonico Taranto. È una squadra con ambizioni di promozione, ha un roster molto profondo, giocatori di categoria come Stanic, Diomede, Murici, anche nel settore lunghi quali Matrone e Azzaro. Sicuramente sarà una gara dura, ultima di regular season, contro una squadra che ha fatto un percorso importante con sole 3 sconfitte nell’arco di tutta la stagione”.

Come si prepara la Scandone per affrontare questo duro banco di prova: “Noi viviamo un momento di forma molto positivo dopo la vittoria con Nardò. Dobbiamo essere bravi ad esprimere la nostra pallacanestro senza guardare al divario, giocarcela a viso aperto, consapevoli che il destino è ancora nelle nostre mani”.

Gli intrecci alla fine della regular season: “Avremo la possibilità di recuperare la partita contro Ruvo di Puglia nella domenica successiva. Butteremo un occhio agli altri campi ma consci di dover guardare in casa nostra. La non retrocessione diretta dipende da noi, fino alla fine bisogna lottare per conquistare i play out. I ragazzi stanno provando a venirmi incontro”.

adsense – Responsive – Post Articolo