Segreterie Provinciali Fismic e Uglm- Rsu Sirpess. Comunicato Stampa. Allarme sociale in alta Irpinia

adsense – Responsive Pre Articolo

Il caso delle 45 assunzioni alla Sirpress di Nusco, ha fatto esplodere la fame di lavoro in alta Irpinia ,provocando una guerra tra poveri (giovani e over 50). Le Segreterie Provinciali di Fsmic e Uglm insieme alle Rsu,  subito dopo l’incontro con la Direzione della Sirpress avvenuta questa mattina, intendono far chiarezza sulla contrapposizione nata tra i 160 ex lavoratori Almec ed i 120 dipendenti della Sirpress. Le Organizzazioni Sindacali hanno fatto partecipare all’incontro anche una delegazione di 3 lavoratori in rappresentanza del comitato degli ex Almec  perchè tutti si rendessero conto della realtà e per individuare con l’azienda del gruppo Sira, un percorso che senza penalizzare i giovani disoccupati dell’alta Irpinia, consentisse il rientro graduale degli ex dipendenti Almec fallita nel 2011. Le Organizzazioni Sindacali per evitare uno scontro sociale hanno inteso investire della problematica l’Onorevole Rosetta D’Amelio ,in qualità di Presidente del Consiglio Regionale perché possa, subito dopo le festività Pasquali, organizzare un confronto a Lioni con i lavoratori, i giovani, i sindaci e gli Assessori all’Industria e alle Politiche Sociali della Regione Campania  per costruire una soluzione che eviti di lasciare in difficoltà alcuni lavoratori a reddito zero della ex Almec e di altre realtà fallite in alta Irpinia e favorire nel frattempo l’investimento di oltre 23 milioni di Euro presentato in Regione dalla Sirpress. Tutto questo eviterebbe una guerra tra poveri e rilancerebbe il ruolo attivo della Politica Regionale come strumento utile per la crescita e lo sviluppo dell’alta Irpinia dando risposte concrete ai problemi.

adsense – Responsive – Post Articolo