Maxi sequestro a Taccone, presidente dell’US Avellino. Non avrebbe pagato i contributi ai dipendenti della Santa Rita

adsense – Responsive Pre Articolo

Bufera nel mondo del calcio avellinese. Stando a quanto accertato dagli uomini della Guardia di Finanza di polizia giudiziaria della Procura della Repubblica, infatti, nella giornata di ieri è stato disposto il sequestro di un equivalente a 850mila euro nei confronti di Walter Taccone, presidente dell’Us Avellino e fino a poche settimane fa anche amministratore unico del sodalizio biancoverde. Secondo gli inquirenti il Taccone ha omesso il versamento dei contributi dei dipendenti della “Casa  di Cura Santa Rita” di cui ne è proprietario ormai da diversi anni. Accolta la richiesta del procuratore aggiunto Vincenzo D’Onofrio che aveva chiesto ed ottenuto dal gip il decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca di beni e di attivi su conto corrente per una somma totale di 850mila euro.

Nessun coinvolgimento per l’Us Avellino. Il decreto di confisca riguarda beni personali del patron. (fonte SportAvellino.it)

adsense – Responsive – Post Articolo